Google+

Francia, in 500 mila sfilano con la Manif pour tous. «L’uomo non è una merce»

ottobre 6, 2014 Leone Grotti

Anche a Bordeaux hanno sfilato 30 mila persone per «reclamare l’abolizione universale dell’utero in affitto (Gpa) e rifiutare l’apertura alla fecondazione assistita senza padre»

parigi-bordeaux-manif-francia-utero-affitto4

Più di 500 mila a Parigi, almeno 30 mila a Bordeaux. Ieri la Manif pour tous è scesa di nuovo in piazza dopo otto mesi per «reclamare l’abolizione universale dell’utero in affitto (Gpa), rifiutare l’apertura alla fecondazione assistita senza padre e ricordare che queste derive (…) sono il risultato della legge Taubira sul matrimonio» omosessuale.

parigi-bordeaux-manif-francia-utero-affitto3NO AL GENDER. Uomini, donne, vecchi e bambini – di tutte le razze e religioni – hanno sfilato in un corteo di sei chilometri per chiedere il «ritiro della circolare Taubira che organizza l’aggiramento del divieto di praticare l’utero in affitto», il ritiro del «piano sull’uguaglianza» e per dire «no alla confusione dei generi a scuola».

NUOVO OSCURANTISMO. Intervenuta a Parigi dal palco situato a Montparnasse, la presidentessa della Manif pour tous, Ludovine de La Rochère, ha dichiarato: «Noi continueremo a mobilitarci pacificamente, ma senza tregua. Non permetteremo più che gli ultra-libertari impongano il loro calendario e le tappe di questo preteso “progresso”. Non c’è niente di più oscurantista dell’utero in affitto. E noi faremo anche di più: porteremo avanti le nostre proposizioni per consolidare le famiglie e difendere i bambini».

NIENTE PADRE E MADRE. Diciotto mesi dopo l’approvazione del matrimonio e dell’adozione per le coppie gay, la Francia ha fatto numerosi passi avanti verso la legalizzazione della fecondazione assistita per le coppie di donne, privando volontariamente i bambini di un padre, e dell’utero in affitto, privando volontariamente i bambini di una madre.

parigi-bordeaux-manif-francia-utero-affitto1«L’UOMO NON È MERCE». Tanti gli slogan cantati dai manifestanti: “La donna non è una macchina che produce bambini”, “Basta prendere a mazzate fiscali la famiglia” e ancora “L’essere umano non è una merce”. Tra i manifestanti nessuno si fida delle parole di Manuel Valls, che ha escluso l’approvazione dell’utero in affitto da parte del governo Hollande. «Le garanzie di Valls sono una buona cosa, ma più che le parole servono i fatti», dichiara a La Croix Laurence, arrivato a Parigi con i suoi due figli.
Grégoire, 23 anni, è d’accordo e riassume così le preoccupazioni di molti: «La banalizzazione dell’utero in affitto può condurre a degli eccessi come la mercificazioni degli uomini ma anche a derive come l’eugenetica».

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

8 Commenti

  1. Cisco scrive:

    Caspita, 500 mila fascisti in Francia! Invitiamone una parte per menare gli anarchici alla prossima Manif delle sentinelle.

  2. Sean scrive:

    Peccato che secondo tutti gli altri giornali si dicono che erano solo 70.000 persone

    • Cisco scrive:

      @Sean
      Certo, quelli sono i numeri della polizia (quella che aveva menato alcuni manifestanti), che sono sempre almeno la metà della metà di quelli sbandierati dagli organizzatori…ma ciò non toglie che se anche fossero “solo” 70.000, mi sembra più che sufficiente per parlare di successo! Dico SET-TAN-TA-MI-LA!

  3. Raider scrive:

    Peccato che tutti gli altri giornali scrivano che le Sentinelle In Piedi sono ultra-cattolici; peccato che tutti gli altri giornali scrivano che ieri le Sentinelle In Piedi nessuno le ha viste; peccato che non dicano nulla a proposito del linciaggio fisico di gente inerme e non violenta da parte di attivisti gay e che, con le menzogne di cui sopra, tutti gli altri giornali autorizzino gli attivisti gay allo squadrismo contro gente che rinuncia alla violenza; peccato che, con ciò, i predetti tutti gli altri giornali istighino con protervia e faziosità a una violenza e intolleranza che non ha nulla, moralmente e per quanto consentito dalle leggi ancora vigenti, nulla da invidiare, nei fatti, nei termini, nei toni, ai tagliagole dell’Isis; peccato che tutti gli altri giornali e telegiornali non dicano nulla riguardo il fatto che nessuna contromanifestazione a tappeto contesti, perlomeno, in modi violenti i Gay Pride; peccato che tutti gli altri giornali non dicano nulla delle reazioni intolleranti e violente dei militanti genderisti filo-gay contro contestatori isolati: quindi, chi può prendere sul serio le cifre di tutti gli altri giornali sulla Manif Pour Tous? Solo chi non vede la differenza fra chi aggredisce provocando, urlando e sputando e la gente che subisce in silenzio e senza reagire provocazioni, sputi, insulti e aggressioni.

    • Menelik scrive:

      ….peccato anche che il grande caso di omofobia della disco di Verbania sia finito con assoluzione per non aver commesso il fatto ed una querela per diffamazione nei confronti del capo dell’Arcigay.

  4. Giuseppe scrive:

    Raider e Menelik, ottimi interventi. Grazie. Anzi : chapeau!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Tempo di restyling per una delle vetture meno convenzionali – almeno esteticamente – degli ultimi anni. In occasione del Salone di Shangai, la crossover Lexus NX beneficia di un lifting di dettaglio cui si accompagnano affinamenti a livello tecnico volti a incrementare il comfort dei passeggeri e a rendere più dinamico il comportamento della vettura. […]

L'articolo Lexus NX: il restyling è sportivo proviene da RED Live.

Non è la prima volta che BMW utilizza la dicitura Rallye per la sua GS: accadde già nel 2013, quando fu una vistosa versione Rallye con telaio rosso e colori Motorsport a celebrare l’uscita di scena del motore ad aria. Ora la dicitura torna in auge sulla BMW R 1200 GS Rallye, che per la […]

L'articolo Prova BMW R 1200 GS Rallye 2017 proviene da RED Live.

Vi abbiamo già parlato del legame (inconsueto) che c’è tra l’ibericissima Seat e l’italianissima Ducati (entrambe con un tedeschissimo proprietario). Un po’ come se lo Jamon Serrano si gemellasse con il Prosciutto di Parma. L’accordo di collaborazione Seat-Ducati una delle tappe nella consegna di una Leon Cupra nuova fiammante ai piloti Ducati Dovizioso e Lorenzo. Nonostante un […]

L'articolo Un Leon di pilota, Dovizioso va in CUPRA proviene da RED Live.

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana