Google+

Follie della trasparenza. Ora i parlamentari francesi devono “confessare” i propri peccatucci alla deontologa

aprile 30, 2013 Redazione

Noëlle Lenoir veglierà affinché i rapporti tra vita pubblica e privata dei parlamentari francesi e dei loro familiari soddisfino il «legittimo desiderio di trasparenza del cittadino»

Il parlamento francese ha la sua deontologa: Noëlle Lenoir, giurista ed ex ministro degli Affari europei tra il 2002 e il 2004, quando Jacques Chirac era presidente della Repubblica. A cosa serve una deontologa? A vegliare affinché i rapporti tra attività pubblica e privata dei 577 deputati avvengano sempre alla luce del sole, senza scadere mai in potenziali conflitti d’interesse. A nominare Lenoir deontologa è stato Claude Bartolone, esponente del Partito socialista francese ed attuale presidente dell’Assemblea nazionale. Lenoir è stata, per l’occasione, intervistata da Italia Oggi.

TRASPARENZA. «La democrazia non è naturalmente in discussione», ha esordito Lenoir, che poi ha chiarito: «Il ruolo di deontologo è stato creato per prendere in conto le attività dei parlamentari all’esterno del loro ruolo puramente istituzionale. Come dire che le vite parallele dei deputati devono soddisfare il legittimo desiderio di trasparenza da parte del cittadino». Detto altrimenti, si tratta di «migliorare il sistema di dichiarazioni che già oggi devono essere fatte dai parlamentari e dai membri del governo, in particolare rispetto al loro patrimonio personale e di famiglia».

DICHIARAZIONE. In quanto deontologa, pertanto, Lenoir, riceverà, «una nuova dichiarazione dei deputati: quella che illustrerà le loro attività private, gli investimenti (al di là di una determinata soglia) e, in generale, le attività dei membri della famiglia nel corso dell’ultimo quinquennio». Lenoir potrà anche ascoltare i deputati “in camera caritatis”, in segreto, per prendere atto di eventuali “peccatucci” in termini di conflitto di interessi.
L’istituzione della figura del deontologo segue lo scandalo che ha coinvolto l’ex ministro del Bilancio Jérome Cahuzac, indagato perché disponeva in Svizzera e a Singapore di un conto segreto, la cui esistenza aveva negato di fronte al Parlamento.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download