Google+

Cuba, polizia e ufficiali comunisti demoliscono una casa di preghiera e occupano le proprietà di una chiesa

luglio 7, 2014 Leone Grotti

L’attacco ai cristiani è avvenuto la notte del 2 luglio: «La polizia è entrata con i manganelli insieme a un gruppo di uomini armati di machete»

Polizia e ufficiali comunisti di Cuba hanno demolito la scorsa settimana la casa di un pastore evangelico e della sua famiglia, che serviva a una congregazione di fedeli come luogo di preghiera. La casa del pastore Esmir Torreblanca a Santiago de Cuba, nell’est del paese, è stata colpita per impedire la vita della congregazione “Stabilire il regno di Dio”, riporta BosNewsLife.

MANGANELLI E MACHETE. L’attacco ai cristiani è avvenuto la notte del 2 luglio: «Quando sono arrivati hanno buttato già la porta d’ingresso della casa. La polizia è entrata con i manganelli insieme a un gruppo di uomini armati di machete», ha dichiarato un altro pastore, Marcos A Perdomo Silva. «Hanno cominciato a distruggere e occupare le proprietà del pastore e della chiesa». Mentre la polizia bloccava tutto il circondario con auto, ambulanze e tir un bulldozer ha distrutto l’abitazione.

CRISTIANI PERSEGUITATI. I cristiani della chiesa che hanno cercato di fermare il bulldozer sono stati bloccati e minacciati con l’arresto. La congregazione fa parte del Movimento apostolico, che il direttore dell’Uffcio per gli affari religiosi ha giurato nel 2010 di sradicare dal paese. Secondo Christian Solidarity Worldwide, da gennaio si sono già verificati 130 violazione della libertà religiosa a Cuba. Alla fine del 2013 erano 185, in aumento rispetto alle 120 del 2012.

«DOMENICA DOPO DOMENICA». Secondo Mervyn Thomas, Chief Executive del Csw, «domenica dopo domenica, il governo continua a violare i diritti più basilari», come quello «di partecipare alla Messa e di appartenere a una comunità religiosa senza interferenze». Le chiese cubane che «resistono alle pressioni del governo» hanno subito attacchi fisici e hanno assistito alla confisca dei propri edifici religiosi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Drew scrive:

    Il Lupo perde il pelo…

  2. Giuseppe scrive:

    Poi quando Fidel morirà, i “cattolici adulti” del PD (e – ahimè- anche qualche vescovo) saranno in prima fila a beatificarlo come difensore della libertà. Scommettiamo?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana