Google+

Crisi Ucraina, Washington decide nuove sanzioni contro la Russia

luglio 17, 2014 Chiara Rizzo

Destinatarie del provvedimento (che non congela asset né vieta affari) sono alcune tra le principali imprese del paese, sostenitrici di Putin: titoli in calo alla borsa di Mosca, dopo l’annuncio. Putin: «Usa conducono politica aggressiva»

Gli Stati Uniti hanno deciso nuove sanzioni nei confronti della Russia, in relazione alla crisi Ucraina, peggiorata nell’ultima settimana. Questa volta gli Usa hanno deciso sanzioni contro le aziende stesse, che rappresentano la base del consenso al presidente russo Vladimir Putin, che Washington accusano di non voler fermare le violenze in Ucraina. Le sanzioni, per Obama «significative ma mirate» sono destinate a Rosfnet, il secondo produttore di gas in Russia, a Novatek e alla terza banca del paese, Gazprombank, oltre a otto altre aziende del settore armamenti, compresa quella produttrice dei kalashnikov. Sanzionata anche Vnesheconombank (Veb), la banca statale che opera come agente di pagamento per il governo russo.

GIU’ LE BORSE. Le sanzioni tuttavia neanche questa volta congelano gli asset di queste società, né vietano alle imprese statunitensi di fare affari con loro. La borsa di Mosca e il rublo hanno però registrato perdite, dopo l’annuncio ufficiale: l’indice russo Micex ha perso il 2,5 per cento, Rosfnet è caduta inizialmente del 6 per cento, per poi attestarsi al – 4 per cento, Novatek ha perso oltre il 4 per cento.

PUTIN: «POLITICA AGGRESSIVA». Il presidente russo Vladimir Putin ha commentato la notizia: «È un vero peccato che i nostri partner vadano in questa direzione. Ma le nostre porte sono aperte al processo negoziale, per uscire da questa situazione. Purtroppo chi pianifica la politica estera negli Stati Uniti sta conducendo una politica estera aggressiva e, a mio parere, non professionale». Per Putin sono gli Usa infatti ad incoraggiare l’Ucraina «a portare avanti una guerra fratricida e l’operazione punitiva. Chi spinge altri paesi verso questi sviluppi non deve mai dimenticare di avere le mani sporche del sangue di soldati, combattenti e civili».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.