Google+

Chi è il maggior finanziatore privato della Chiesa ortodossa di Sofia? “Nonno Dobri”, mendicante di 100 anni

maggio 28, 2014 Leone Grotti

Dobri Dobrev chiede l’elemosina da più di vent’anni, ma solo per “girarla” alla Chiesa. Il vescovo della cattedrale conferma: «Nel 2009 ci ha donato 18.250 euro»

bulgaria-sofia-dobri-dobrev

È il più grande finanziatore privato della Chiesa ortodossa di Sofia, in Bulgaria, ha da poco compiuto 100 anni ed è un mendicante. Dobri Dobrev, chiamato affettuosamente in città “nonno Dobri”, chiede l’elemosina da più di vent’anni ma tutte le offerte che racimola le devolve alla Chiesa.

bulgaria-sofia-dobri-dobrev1NONNO DOBRI. «Nel 2009 ci ha dato 35.700 leva (18.250 euro) mentre viveva una vita lontana da ogni tipo di comfort», ha dichiarato all’Afp monsignor Tikhon, vescovo della cattedrale Alezander Nevski. Molti altri piccoli monasteri e chiese hanno dichiarato di aver ricevuto ciascuno in questi anni da lui tra i 2.500 e i 10.000 euro. “Nonno Dobri” chiede l’elemosina davanti alla cattedrale con la sua lunga barba bianca da asceta e a chi gli getta una moneta offre un pezzo di pane o un dolce che altri gli hanno portato per mangiare: «Prendine un po’, viene da Dio».

ELEMOSINA. Quest’uomo magnetico che qualcuno in Bulgaria vorrebbe già elevare all’onore degli altari, chiamandolo “santo”, è nato nel 1914 e durante il bombardamento della capitale nella Seconda guerra mondiale ha perso parzialmente l’udito da un orecchio. «Questo l’ha reso pio a modo suo», racconta Elena Genova, vecchia parente di Dobri Dobrev. «Ha lasciato la moglie e i quattro figli per cominciare a lavorare nei monasteri. Negli ultimi vent’anni ha chiesto l’elemosina e ogni tanto lo aiuto a contare i soldi».

bulgaria-sofia-dobri-dobrev3«SANTO VIVENTE». Dobri vive in una piccola stanza munita solo di un letto e un tavolo accanto alla chiesa del suo villaggio natale, Baylovo, che dista 40 chilometri dalla capitale bulgara. La stessa chiesa è stata rinnovata completamente grazie ai 10.000 leva donati dall’uomo. La storia e la generosità del mendicante hanno contribuito a creare un’aura quasi mistica attorno a lui, definito dai media locali addirittura come il “santo vivente di Baylovo”. C’è chi assicura che «Dio gli ha dato poteri di chiaroveggenza: ha detto a una madre dove trovare la figlia scomparsa», dichiara una donna che suona le campane della cattedrale di Sofia.

«GENEROSITÀ E BONTÀ». Qualcuno nel suo paese natale vorrebbe che la Chiesa ortodossa aprisse fin da subito la sua causa di canonizzazione. Esagerazioni a parte, tutti sono colpiti dalla sua «generosità e bontà», che l’ha portato a donare decine di migliaia di euro alla Chiesa in uno dei paesi più poveri dell’Unione Europea, dove il salario medio mensile di un lavoratore non supera i 420 euro.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Livio says:

    Mi ricorda il mendicante di Roma Labré.. con la differenza che non ha mollato una moglie e 4 figli per fare il santo..

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.