Google+

Il Papa rivoluzionario non cambia solo la curia. Cambia i cristiani

settembre 30, 2013 Pippo Corigliano

La formazione politica delle scuole dove abbiamo studiato ha come modello la rivoluzione francese: “tutto e subito” preso con la forza, con le conseguenze che conosciamo.

Il Papa è un rivoluzionario che segue un’altra via. Benedetto la indicò parlando a Parigi con gli intellettuali francesi: la grande civiltà europea nacque grazie al lavoro dei monaci medievali che non intendevano fare politica ma cercavano Dio nella preghiera e nel lavoro. Così si costruisce veramente.

La grande preghiera di Papa Francesco a Cagliari è in questa direzione: «Signore, ci manca il lavoro, gli idoli vogliono rubarci la dignità, i sistemi ingiusti vogliono rubarci la speranza. Signore, non lasciarci soli. Aiutaci ad aiutarci fra noi perché dimentichiamo un po’ l’egoismo e sentiamo nel cuore il “noi”, noi popolo che vuole andare avanti. Signore Gesù cui non mancò il lavoro, dacci il lavoro e insegnaci a lottare per il lavoro, e benedici tutti noi».

Preghiera potente che richiama l’atteggiamento di Pio XII con le braccia verso il cielo dopo il bombardamento di Roma. Papa Francesco è il rivoluzionario vero che vede nel volto di ognuno, anche dei più derelitti, il volto di Gesù. Il Papa ci trasmette la sana inquietudine che ci spinge a pregare con impegno (la preghiera è la forza trainante della storia) e a non accontentarci di quanto facciamo per gli altri. Papa Francesco non sta cambiando solo la curia romana, come piace ai giornali, sta cambiando i cristiani. Sta mettendo Gesù nei nostri cuori.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. Mario Rossi scrive:

    Gentile Corigliano, il Papa ci ricorda che “la Chiesa non cresce col proselitismo, ma con la testimonianza”. Secondo lei, come si concilia tale dottrina autorevolmente ripetuta dal Papa, e quindi senz’altro da ritenere come magistero ordinario e universale, con altre affermazioni, tipiche di alcuni movimenti nella Chiesa, che parlano di “fedeltà proselitista”, “proselitismo in casa”, “proselitismo come segno certo di dedizione sincera” eccetera?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana