Google+

Monaco tibetano si auto-immola contro il regime cinese. I familiari chiedono il corpo: arrestati

luglio 17, 2015 Leone Grotti

tibet-Sonam-Topgyal

Avevano solo chiesto alla polizia di riavere il corpo del figlio, immolatosi per la libertà del Tibet e per protestare contro l’oppressione cinese. E le autorità comuniste non solo non hanno restituito il corpo ma li hanno arrestati.

MONACO TIBETANO. Lo scorso 9 luglio, il monaco tibetano Sonam Topgyal si è auto-immolato dandosi fuoco a Kyengudo, nella prefettura autonoma tibetana di Yulshul, per protestare contro il governo cinese. La polizia ha portato via immediatamente il monaco, che è morto il giorno seguente in un ospedale della provincia di Qinghai.

AUTO-IMMOLAZIONI. Si tratta della sesta auto-immolazione del 2015, la 142esima dalle proteste del 2008 scoppiate nella capitale Lhasa, e poi propagatesi in altre province. In quell’occasione, la polizia represse nel sangue le rivolte uccidendo decine di persone, mentre monaci e cittadini esasperati cercavano di attirare l’attenzione del mondo sulle condizioni dei tibetani a 60 anni dall’invasione comunista.

ARRESTATI I FAMILIARI. Pochi giorni fa, il padre di Topgyal e cinque dei suoi fratelli si sono recati dalle autorità per riavere il corpo da seppellire. Ma la polizia ha arrestato i componenti della famiglia. Secondo fonti di Radio Free Asia, il padre del monaco non è mai stato in buoni rapporti con il governo, cercando da imprenditore di promuovere la cultura e le tradizioni tibetane.

«GENOCIDIO CULTURALE» DEL TIBET. I tibetani e il Dalai Lama, che è stato costretto a fuggire a causa dell’invasione cinese, denunciano da decine di anni il  «genocidio culturale» attuato dal governo comunista. Ai tibetani non è solo vietato parlare la loro lingua e studiare le loro tradizioni a scuola, i monaci e le monache buddisti devono sottostare a estenuanti sessioni di rieducazione, mentre limitazioni di ogni genere rendono la vita ordinaria dei tibetani «un inferno». Dopo l’auto-immolazione di Topgyal, ad esempio, le comunicazioni telefoniche nell’area di Kyengudo sono state sospese e a chiunque è stato proibito comprare carburante per le automobili senza l’ottenimento di un permesso speciale.

MONACO “EROE”. La notizia dell’arresto dei familiari del monaco buddista arriva il giorno dopo la protesta di centinaia di tibetani davanti alla prigione di Mianyang (Sichuan) per chiedere il rilascio del corpo di Tenzin Delek Rinpoche, riconosciuto lama reincarnato e morto in carcere dove stava scontando l’ergastolo dal 2002 per un presunto attacco terroristico. Il monaco soffriva di problemi cardiaci da tempo ma Pechino non ha mai autorizzato le cure. Tenzin Delek Rinpoche è considerato un “eroe” in Tibet e secondo numerosi attivisti le accuse contro di lui sono state completamente inventate dal regime per fermare il suo lavoro di promozione della cultura e delle tradizioni tibetane.

DALAI LAMA. Nonostante il partito comunista accusi il Dalai Lama – definito “separatista” e “lupo travestito da agnello” – di fomentare le auto-immolazioni e le proteste, il leader politico e spirituale del Tibet in esilio ha sempre chiesto al suo popolo di abbandonare questo tipo di protesta e di preservare la propria vita, pur ribadendo la necessità di opporsi al regime.


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un accessorio può fare la differenza? Snob Milano, giovane realtà della provincia di Varese, ne è convinta. E difatti rimpolpa il suo catalogo, già ricco di occhiali da sole e da vista, con le due nuove maschere da moto Café Bubble e Café Flat, ricercate nel design e nei contenuti tecnici.  I punti in comune  Amate […]

L'articolo Snob Milano Café Bubble e Café Flat proviene da RED Live.

Il Wörthersee Meeting, vale a dire il più grande raduno tuning dedicato alle vetture del Gruppo VW, è da sempre una ghiotta occasione per i dipendenti della Casa tedesca per mostrare al mondo delle concept che, spesso, anticipano i modelli destinati a entrare in produzione. Così è avvenuto per la Golf GTI Clubsport. E così […]

L'articolo VW Golf GTI First Decade: la prima volta dell’ibrido proviene da RED Live.

La SUV nipponica si rinnova puntando su di una linea aggressiva e un telaio dalla superiore rigidità torsionale. Confermata la gamma motori che ai benzina 2.0 e 2.5 vede affiancarsi un 2.2 td. Debutta il sistema G-Vectoring Control.

L'articolo Mazda CX-5: a me gli occhi proviene da RED Live.

Compatta, anzi compattissima, e a zero emissioni. La e.Go Life rappresenta ad oggi il progetto più concreto di city car elettrica “indipendente”, vale a dire nata fuori dalla sfera di controllo dei grandi costruttori. Una vettura che fa dell’economia il proprio fiore all’occhiello, dato che in Germania è già ordinabile con prezzi a partire da […]

L'articolo e.Go Life: indipendenza elettrica proviene da RED Live.

Era arrivato il momento… In effetti dalla presentazione del Diablo Scooter sono passati dodici anni: correva l’anno 2005 e ad oggi l’evoluzione dei mezzi è stata incredibile, soprattutto in termini di prestazioni. Per Pirelli si è trattato di un investimento importante che ha dato due frutti che coprono la quasi totalità di tipologie di scooter presenti […]

L'articolo Prova Pirelli Angel e Diablo Rosso scooter proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana