Google+

Grillo contro i giornali: «Siamo alla resa dei conti». Finalmente si fa a Bot

luglio 23, 2012 Redazione

FACCIAMO A BOT? Nel suo post Grillo, evidentemente arrabbiato per la ricerca sui follower fasulli del suo account su Twitter ripresa dai media, denuncia: «Siamo arrivati alla resa dei conti».
Corriere della Sera

LA MAGGIORANZA FASULLA. Da qui alle prossime elezioni la parola d’ordine è la distruzione con qualunque mezzo, in ogni modo del M5S (…). Da Bersani a Berlusconi, dal Corriere della Sera alla Repubblica, il problema dei problemi è il M5S. Non sanno cosa li aspetta, o forse lo sanno troppo bene. Ci vediamo in Parlamento.
Beppe Grillo, Corriere della Sera

NON DITELO A CASALEGGIO. L’iPad sembra essere uno strumento perfetto per gli oranghi. Essi infatti hanno un’innata capacità per l’uso di quella che, in lingua inglese, è conosciuta come la “touchscreen technology”.
Danilo Mainardi, Corriere della Sera

NONCHÉ I PROFILI DI TWITTER. Gli studiosi che operano al progetto “Apps for Apes” mirano a mettere a disposizione del maggior numero possibile di oranghi in cattività l’iPad e invitano tutti a donare i tablet non più in uso.
Danilo Mainardi, Corriere della Sera

A PARTE I FOLLOWER DI @BEPPEGRILLO. I social network hanno moltiplicato i contatti tra le persone, ma non sostituiscono la presenza umana.
Armando Torno sulla solitudine ai tempi dei social network, Corriere della Sera

LA METAFORA DEL GOVERNO TECNICO. Le solitudini più fascinose? Sono forse state quelle degli anacoreti della Tebaide. Credevano, celati nelle loro grotte, nell’austerità della vita eterna. Per questo, sentendo venir meno le forze, cominciavano a ridere e proseguivano per giorni, sospirando e sghignazzando. Volevano esaurire, prima del grande passo, le scorte di comicità a disposizione della carne.
Armando Torno sulla solitudine ai tempi dei social network, Corriere della Sera

LA METAFORA DI REPUBBLICA. Siamo qui, ai box con le gomme sgonfie, e sogniamo che qualcuno venga a darci un passaggio, un senso, una rivincita. Sfreccia Fernando Alonso e alè, tutti sul carro del vincitore. Perché lui, primo e per primo, è salito su quello dei perdenti.
Gabriele Romagnoli, la Repubblica

COI SOLDI DI UN TEDESCO. Non sono un appassionato di cose politiche, ma certo è buffo di questi tempi che uno spagnolo su una macchina italiana progettata da un greco venga a vincere proprio qui in Germania.
Fernando Alonso dopo la vittoria del Gp di Hockenheim, la Repubblica

UN BEL PERIODO. «Per quanto riguarda l’economia, ovviamente, chiunque è stato al periodo in quel periodo (sic, ndr) ha avuto una certa responsabilità», ha dichiarato Tony Blair a Sky News.
La Repubblica

SULLO SPREAD NON CI BATTE NESSUNO. Il governo italiano è il più europeo tra gli europei.
Mario Monti in visita a Mosca, la Repubblica

UN TECNICO GUARDA GLI SCONTRINI. Un politico guarda alle prossime elezioni. Uno statista guarda alla prossima generazione.
Mario Monti in visita a Mosca cita Alcide De Gasperi, la Repubblica

VALORI BOLLATI. Il patriarca (Kirill, ndr) si spinge fino ad auspicare che Monti diventi «difensore dei valori cristiani».
Carmelo Lopapa sulla visita di Mario Monti a Mosca, la Repubblica

VERSO IL MORTO E SEPOLTO. Il centrosinistra «deve andare oltre l’usato sicuro».
Ettore Livini introduce l’intervista a Giuliano Pisapia, la Repubblica

TIPO L’AREA C. Che cosa vuol dire buona politica? «Significa disegnare il programma dal basso».
Giuliano Pisapia intervistato da Ettore Livini, la Repubblica

SÌ, STUPENDO. La sinistra deve imparare non solo a vincere le elezioni ma anche a governare, facendo tesoro degli errori del passato quando a qualcuno è mancato il senso di responsabilità. Gestire la cosa pubblica è molto più difficile che stare all’opposizione. E una volta vinte le elezioni, non si può essere sia di governo che di lotta.
Giuliano Pisapia intervistato da Ettore Livini, la Repubblica


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi
Pellegrinaggio iStoria-Tempi in Terra Santa

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il progetto della prima vettura Apple senza conducente potrebbe cambiare radicalmente. A Cupertino non verrà sviluppata un’auto vera e propria, bensì un software per la guida autonoma da dedicare ai modelli di più costruttori.

Scorrevolezza e grip non sono due caratteristiche antitetiche. Il segreto sta nel battistrada, che deve combinare in modo perfetto mescole e disegno del tasselli.

La rinnovata SUV Ford verrà declinata in versione sportiva. A un assetto più rigido e sospensioni derivate da Focus ST si accompagneranno finiture interne e un look specifici. L’allestimento ST sarà disponibile per tutti i motori in gamma.

Dalla metà degli Anni ’60 ad oggi ha visto la luce un manipolo di vetture estreme, cattive, brutali e tremendamente performanti. Sogni, o incubi, a quattro ruote, ecco le auto più difficili da guidare al mondo.

Derivata dalla supercar 570S Coupé, non è omologata né per l’utilizzo stradale né per le competizioni. Destinata ai track day, adotta il noto V8 3.8 biturbo portato a 600 cv. L’aerodinamica s'ispira alla race car impegnata nel Campionato FIA GT4.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana