Google+

De Magistris fa coming out: «Ho un bel rapporto con Nichi»

agosto 3, 2012 Redazione

TOCCARSI. Ma l’autunno che ci aspetta è caldo, l’economia è a rischio, tutto può accadere.
Luigi De Magistris sulla fondazione di un movimento arancione, il Fatto quotidiano

BELLO PRECISO. Il programma? Attraverso il concetto di bene comune dobbiamo stimolare la partecipazione di cittadini e la loro creatività. Poi combattere la precarietà e proseguire su diritti sociali e civili.
Luigi De Magistris sulla fondazione di un movimento arancione, il Fatto quotidiano

COMING OUT? Ho un bel rapporto con Nichi.
Luigi De Magistris sulla fondazione di un movimento arancione, il Fatto quotidiano

COMING OUT. Ho una personalità molto forte, stabilisco legami importanti con le persone che lavorano con me, non solo professionali.
Luigi De Magistris sulla fondazione di un movimento arancione, il Fatto quotidiano

IL NUOVO CHE AVANZA. Interlocutori naturali sono Idv, Sel, Federazione della sinistra, Verdi.
Luigi De Magistris sulla fondazione di un movimento arancione, il Fatto quotidiano

GRAZIE GIGGINO. Parlamento europeo, Napoli, Montecitorio. Non sta bruciando le tappe? «Mi sento quasi in colpa per non averlo fatto prima. Ho richieste continue d’impegno nazionale, farò un atto di generosità perché ho poco tempo».
Luigi De Magistris sulla fondazione di un movimento arancione, il Fatto quotidiano

DOPPIO INCARICO? Ribadisco, però, voglio restare sindaco.
Luigi De Magistris sulla fondazione di un movimento arancione, il Fatto quotidiano

TU INVECE SEI NAVIGATO. Prima se n’è andato Rossi, poi Vecchioni, Narducci e ora Realfonzo. Nulla da rimproverarsi? «Sono quattro casi molto diversi. Rossi aveva poca esperienza politica».
Luigi De Magistris sulla fondazione di un movimento arancione, il Fatto quotidiano

DE MAGISTRIS SUPERUOMO. Errare è umano.
Luigi De Magistris sulla fondazione di un movimento arancione, il Fatto quotidiano

PENSA UN PO’. Adoro i miei connazionali, anche se a volte si comportano un po’ troppo da italiani.
Massimo Gramellini, la Stampa

REO CONFESSO/1. Ho raccontato questa storia a un tedesco in partenza per la Riviera. Dall’alto del suo spread ha commentato che gli italiani non riescono a essere seri nemmeno quando si arrabbiano. Gli ho risposto che è vero, non siamo seri.
Massimo Gramellini, la Stampa

REO CONFESSO/2. Però siamo dei paraculi fantastici.
Massimo Gramellini, la Stampa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

Tempi Motori – a cura di Red Live

La prima edizione della 12h di Monza è stata un successo e noi di Red eravamo in pista. Non a fare interviste e foto ma a pedalare. Forte...

Si rinnovano le medie coreane: al leggero restyling s’accompagnano dotazioni più moderne e raffinate. Debutta il 3 cilindri 1.0 turbo benzina da 100 o 120 cv.

L’utilitaria più famosa al mondo si rinnova il 4 luglio. Eccone la storia, dai tempi del Duce alla rinascita del 2007, passando per lo “sfregio” del 1991.

L’impressione molto positiva del primo test si è confermata nelle concessionarie. E così la tre cilindri Yamaha MT-09 Tracer è balzata ai primissimi posti delle classifiche di vendita, forte di un compromesso molto ben riuscito tra comfort, prestazioni e prezzo. GIVI, invece che elencare tutti gli accessori già disponibili per questo modello, ha pensato di […]

Interpretazione estrema della nota granturismo DB9, adotta il consueto V12 5.9 portato a 547 cv. Body kit in carbonio e finiture esclusive.

Speciale Nuovo San Gerardo