Google+

Assisi 2011. Benedetto XVI vuole riportare l’uomo verso se stesso

ottobre 27, 2011 Angela Ambrogetti

In una società in cui per protestare contro la crisi economica si distruggono beni pubblici e si oltraggiano i simboli religiosi, la proclamazione di un Anno della Fede sembra un richiamo all’umanità dell’uomo. Pubblichiamo la rubrica “Il portone di bronzo” che esce sul numero 43/2011 di Tempi da oggi in edicola

La vera novità della giornata di Assisi 2011 è una parola: pellegrinaggio. Perché pellegrini lo siamo tutti senza distinzioni di religione e cultura, senza distinzione tra credenti e non credenti. E questo potrebbe mettere a tacere le ormai stanche polemiche sul “pericolo sincretismo” di quest’ormai storica iniziativa. Un pellegrinaggio comune verso la verità, anche per chi non crede. Un aspetto della società occidentale che mette al centro la questione della ricerca di senso nella vita. Un pellegrinaggio sulla grande strada del dialogo interreligioso che cammina con qualche difficoltà, ma con decisione, tanto che le delegazioni presenti ad Assisi sono molte di più che nel 1986. Un pellegrinaggio anche sulla strada della Nuova Evangelizzazione che Benedetto XVI ha rilanciato con l’Anno della Fede, come fece Paolo VI dopo il Concilio.

In una società in cui per protestare contro la crisi economica si distruggono beni pubblici e si oltraggiano i simboli religiosi, la proclamazione di un Anno della Fede sembra un richiamo all’umanità dell’uomo. Ed è proprio questo che Benedetto XVI vuole fare: riportare l’uomo verso se stesso, cioè verso Dio. Solo così l’uomo può ritornare alla vera civiltà, la civiltà dell’amore. Per farlo però la Chiesa deve sapere bene cosa fare. I laici, i religiosi, i sacerdoti, le gerarchie devono abbandonare ogni clericalismo e diventare missionari, cioè nuovi evangelizzatori. E lo devono fare come pellegrini della verità insieme a tutti coloro che la cercano.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Una Chevrolet così potente non la si era mai vista. Del resto, mai una Corvette di serie si era spinta tanto in là. La nuova ZR1 promette di scrivere un inedito capitolo della storia della Casa americana. Attesa sul mercato dalla primavera del 2018, la sportiva a stelle e strisce vede il V8 6.2 sovralimentato […]

L'articolo Chevrolet Corvette ZR1 2018: lo show dei record proviene da RED Live.

Il Ciclocross moderno ha poco a che vedere con ciò a cui eravamo abituati: percorsi più tecnici e veloci hanno portato a un cambiamento nelle attitudini dei biker, che devono essere assecondate da biciclette altrettanto evolute. Canyon ha progettato la nuova Inflite CF SLX con in mente proprio queste rinnovate esigenze e l’ha dotata di […]

L'articolo Canyon Inflite CF SLX proviene da RED Live.

Anche se ottima ventilazione, aerazione, visiera amovibile e comfort sono aspetti molto importanti in un casco da bici, la differenza reale la fa la capacità di proteggere… Bontrager ha scelto di affidare la nostra sicurezza alle mani, o meglio, alla tecnologia di MIPS, dotando il nuovo Quantum del MIPS Brain Protection System, che a oggi rappresenta […]

L'articolo Bontrager Quantum MIPS, nuova sicurezza proviene da RED Live.

In questo momento storico, l’immagine che identifica maggiormente la californiana Tesla è quella della dea Shiva che, facendo roteare le otto braccia di cui è dotata, elargisce schiaffi a destra e a manca a tutti i brand concorrenti. Il costruttore americano, parallelamente all’unveiling della straordinaria supercar elettrica Roadster, accreditata di 10.000 Nm di coppia e […]

L'articolo Tesla Semi Truck: il camion elettrico è una belva proviene da RED Live.

L’alternativa alle note Lotus 3-Eleven, KTM X-Bow e Radical SR8 è italiana. E costa (almeno) 200.000 euro. Forte di una lunghissima esperienza nelle competizioni, la parmense Dallara Automobili, specializzata in telai e vetture da pista, ha presentato il primo modello targato della propria storia. Una vettura, non a caso denominata “Stradale”, nata quale barchetta estrema, […]

L'articolo Dallara Stradale: la prima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download