Google+

Antonio Simone: Repubblica mi vuole intervistare. Ok, ma a due condizioni

maggio 23, 2012 Antonio Simone

«Lusi ha dichiarato che ha dato dei soldi a Rosy Bindi e nessuno ha titolato “Soldi all’Azione cattolica”. Se io ho dei conti in Svizzera si titola “È caccia al forziere di Cl”. Perché?». Settima lettera dal carcere

Settima lettera inviata a tempi.it da Antonio Simone, detenuto nel carcere di San Vittore a Milano. In coda trovate le precedenti missive.

Perché?

Quando hanno iniziato a scrivere del tesoriere della Margherita Luigi Lusi, nessuno dei grandi giornali ha titolato “Trovato il forziere degli scout”. Lusi ha dichiarato che ha dato dei soldi a Rosy Bindi (vero o falso che sia, ora non importa) e nessuno ha titolato “Soldi all’Azione cattolica”. Se io ho dei conti in Svizzera si titola “È caccia al forziere di Cl“.

Che cosa porta a dire che solo nel caso di un ciellino l’eventuale reato o l’eventuale giusto compenso sia di Cl e non suo? (Io, intanto che decidono, sono in galera. Cosa impensabile in ogni altra parte del mondo).

Perché c’è questo odio? Queste falsità che Repubblica e il Corriere continuano a perpetrare contro ogni logica giuridica, professionale, etica? (Parlo di Repubblica e Corriere solo perché qui in carcere, dove mi trovo a vivere, leggo solo quelli).

Ora due giornalisti di Repubblica hanno chiesto di farmi delle domande, visto che io mi ero dichiarato disponibile a rispondere.

Ok, ma a due condizioni:
1) che il vostro direttore prometta di distinguere, almeno per un anno, i fatti personali da quelli di Cl (ovviamente fino a prova contraria).
2) se dichiaro ciò che ho fatto e tutto ciò che ho guadagnato, cominciate la giusta battaglia contro la tortura della carcerazione preventiva.

Antonio Simone

Lettere precedenti:

1. Lettera dal carcere di Antonio Simone. Con una domanda a Repubblica

2. Anche da un peccato può nascere un po’ più di umanità

3. «Ezio Mauro, se vuoi farmi qualche domanda, sono pronto»

4. Io, nel pestaggio in carcere con cinghie e punteruoli

5. La rissa e l’evirazione. Storie di ordinaria follia a San Vittore

6. In quel buio che pare inghiottirmi, io ci sono

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

L’Osservatore Romano

L'Osservatore Romano

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ha la ruota da 19" e la faccia da enduro ma si guida come una stradale pura. La Triumph Tiger 800 XRx conquista per il perfetto bilanciamento tra motore e ciclistica. Con l’elettronica guadagna in sicurezza, senza perdere un briciolo del suo lato “fun”

Versione più avventurosa delle Tiger 800, migliora nella dotazione e nella attitudine al fuoristrada, pur restando una enduro stradale. Ottime le sospensioni, eccellente la nuova elettronica. Solo conferme (piacevoli) dal motore, ancora più morbido, e dal telaio

La materia prima è al top e viene dal Giappone. Cervello, creatività e passione sono made in Italy, ovvero quanto di meglio ci sia. Il risultato ha il nome della pietra preziosa più desiderata e una firma che ha fatto la storia del ciclismo

Presentata in occasione della fiera G!comegiocare, è giunta alla seconda edizione l’iniziativa di Kia Motors Italy dedicata ai bambini ed allo sport

Rick Koekoek, uno dei migliori trial biker sulla scena, si è stufato delle risatine che accompagnano chi pedala su una fatty, così ne ha inforcata una ed è andato nel parco giochi dietro casa...

Speciale Nuovo San Gerardo