Google+

Antonio Simone: Repubblica mi vuole intervistare. Ok, ma a due condizioni

maggio 23, 2012 Antonio Simone

«Lusi ha dichiarato che ha dato dei soldi a Rosy Bindi e nessuno ha titolato “Soldi all’Azione cattolica”. Se io ho dei conti in Svizzera si titola “È caccia al forziere di Cl”. Perché?». Settima lettera dal carcere

Settima lettera inviata a tempi.it da Antonio Simone, detenuto nel carcere di San Vittore a Milano. In coda trovate le precedenti missive.

Perché?

Quando hanno iniziato a scrivere del tesoriere della Margherita Luigi Lusi, nessuno dei grandi giornali ha titolato “Trovato il forziere degli scout”. Lusi ha dichiarato che ha dato dei soldi a Rosy Bindi (vero o falso che sia, ora non importa) e nessuno ha titolato “Soldi all’Azione cattolica”. Se io ho dei conti in Svizzera si titola “È caccia al forziere di Cl“.

Che cosa porta a dire che solo nel caso di un ciellino l’eventuale reato o l’eventuale giusto compenso sia di Cl e non suo? (Io, intanto che decidono, sono in galera. Cosa impensabile in ogni altra parte del mondo).

Perché c’è questo odio? Queste falsità che Repubblica e il Corriere continuano a perpetrare contro ogni logica giuridica, professionale, etica? (Parlo di Repubblica e Corriere solo perché qui in carcere, dove mi trovo a vivere, leggo solo quelli).

Ora due giornalisti di Repubblica hanno chiesto di farmi delle domande, visto che io mi ero dichiarato disponibile a rispondere.

Ok, ma a due condizioni:
1) che il vostro direttore prometta di distinguere, almeno per un anno, i fatti personali da quelli di Cl (ovviamente fino a prova contraria).
2) se dichiaro ciò che ho fatto e tutto ciò che ho guadagnato, cominciate la giusta battaglia contro la tortura della carcerazione preventiva.

Antonio Simone

Lettere precedenti:

1. Lettera dal carcere di Antonio Simone. Con una domanda a Repubblica

2. Anche da un peccato può nascere un po’ più di umanità

3. «Ezio Mauro, se vuoi farmi qualche domanda, sono pronto»

4. Io, nel pestaggio in carcere con cinghie e punteruoli

5. La rissa e l’evirazione. Storie di ordinaria follia a San Vittore

6. In quel buio che pare inghiottirmi, io ci sono

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Casa francese presenta una nuova monovolume sviluppata in partnership con Toyota, disponibile con due misure d’interasse e in tre lunghezze differenti. Può ospitare sino a 9 persone e adottare la trazione integrale.

Telaio in alluminio e componentistica affidabile: una efficace all-round, che dà l’opportunità a un ampio pubblico di beneficiare della tecnologia Lapierre. A meno di 2.300 euro.

Tra i capi cult più desiderati da motociclisti e non, è declinato in stile vintage dal marchio bresciano. In vendita da marzo a 279 euro.

L’utilitaria francese, destinata ai Paesi emergenti, beneficia di due allestimenti concept che la trasformano in una piccola sportiva oppure in una crossover (molto) compatta. Al 3 cilindri 0.8 benzina aspirato da 54 cv si affianca la versione da 1,0 litri da 69 cv.

La compatta nipponica adotta un moderno 4 cilindri 1.5 td 16V da 105 cv. A consumi particolarmente ridotti abbina prestazioni da prima della classe. Prezzi da 17.300 euro e dotazione di serie completa.

Speciale Nuovo San Gerardo