Vaticano nel mirino

In occasione del Giubileo del 2000 dagli Usa tre film sul caso Calvi.
Con la Santa Sede nella parte dei cattivi?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tre case cinematografiche stanno preparando altrettanti film per il Giubileo, che, promettono gli autori, “faranno tremare il Vaticano”. Gli intenti politici sono chiari: suggerire chiavi di lettura “intriganti” agli intrighi politico-finanziari che portarono all’ omicidio di Roberto Calvi, trovato impiccato sotto un ponte londinese diciassette anni fa. Il primo ad avere avuto l’idea di girare un film sul banchiere è stato il regista Martin Scorsese, alle prese con una sceneggiatura che si dovrebbe intitolare “God’s banker”. Lo segue la casa di produzione del cantante Elton John, che ha acquistato i diritti cinematografici di “Saint Peter’s bank”. E per ultimo è il famoso produttore californiano Ed Pressman che entro la fine di quest’anno dovrebbe aver ultimato le riprese di ‘The Vatican connection”, tratto dal libro di Richard Hammer e basato sulla sceneggiatura dell’italiano Alessandro Comon.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •