Google+

The Danish Girl. Film banale e fatto con i piedi

marzo 4, 2016 Simone Fortunato

Nel film di Tom Hooper un giovane pittore, da poco sposato, comincia ad avere dei dubbi sul proprio orientamento sessuale

Pubblichiamo l’articolo contenuto nel numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Melodramma accademico e lezioso. E non c’entra il tema, transgender e quant’altro. Ché qui, a scanso di equivoci, vale il principio del bello e del ben fatto più che del tragico tema da sviluppare. E qui le cose sono fatte coi piedi e Tom Hooper, che aveva fatto un film ben scritto come Il discorso del re, precipita nel luogo comune e nell’ovvietà.

C’è Redmayne, alle prese con un altro ruolo da trasformista (ma esagera in tic e mossette) che fa il pittore efebico. Ha una moglie supertopolona sempre nuda ma la cosa non sembra destare grande interesse. Più frizzante camminare sui tacchi, vestirsi da donna, farsi sedurre da uomini, un gioco di dubbio gusto fatto con la complicità della moglie che accompagnerà il marito nel suo viaggio alla riscoperta di se stessa.

Ecco: The Danish Girl non brilla per svolte, manca di pathos e sacrifica il dramma del personaggio per far leva sulla pietà del pubblico.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

8 Commenti

  1. ftax says:

    Simone Fortunato, mettetevi d’accordo!
    Su vostro sito Sentieri del Cinema la collega Laura Cotta Ramosino dà un giudizio quasi opposto…

    • Monica says:

      Mi piacerebbe saper usare i piedi in questo modo. Il film ha un livello estetico molto alto, il tema è trattato con attenzione. Il fatto che narri una vicenda reale è importante. È emozionante, se ci si lascia emozionare, coinvolgente se ci si lascia coinvolgere. Se lo si vuole analizzare solo razionalmente si va poco in là.

  2. underwater says:

    Film come questi non aiutano la causa, ma aumentano il senso di accerchiamento di chi non cede alla ri-programmazione mediatica.

  3. Paolo says:

    Si intuisce che è una “pirlata” già dal trailer…….
    ……ma a chi importa?….tanto il fine è dare un colpo a favore di certa ingegneria sociale……

  4. Psola says:

    trovo sia un bellissimo film……mi e piaciuta molto la sensibilità dei due coniugi nell afrrontare questo cambiamento insieme,

  5. Leonardo says:

    Ho trovato invece il film bellissimo, non è semplice in due ore spiegare il dramma di una persona che non di sente nel corpo giusto. Va prima di tutto visto con un’ottica del periodo e non con la mentalità attuale. In alcuni paesi come la russia i “diversi” sono ancora perseguitati. Basta pensare anche in italia per una legge che permetta a due persone dello stesso sesso di avere dei diritti quanto si discute considerando che questo discriminazione va contro i principi fondamentali della nostra costituzione.
    Non è semplice non cadere nella superficialità, sarebbe stato più facile far fare al personaggio maschile atteggiamenti simili alle commedie italiane come il film “il vizietto”.

    • EquesFidus says:

      Peccato che sulla questione dei diritti tu abbia scritto solo balle, come pure il “dramma di una persona che non si sente in corpo giusto” si chiama malattia mentale.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.

Al debutto l'EAT6 con il BlueHDi da 120 cv, già in regola con la normativa Euro 6.2.

L'articolo Citroën C3 Aircross, il cambio automatico arriva anche sulla Diesel proviene da RED Live.

L’originale tre ruote Piaggio compie 70 anni e li festeggia con un grande raduno a Salsomaggiore Terme. Le iscrizioni sono aperte

L'articolo Euro Ape 2018, dal 21 al 23 settembre 2018. Info e iscrizioni proviene da RED Live.