Svestiti, usciamo

Gadget&fashion

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

C’è un clima di festa nell’aria e una gran voglia di divertirsi, ricevere, uscire e non pensare a niente. Il grande concentrato di feste che sta per arrivare, più che mai, rappresenta il business da fine millennio da sfruttare in maniera esponenziale. Se si lasciano da parte le ricorrenze religiose – infatti, in occasione del successo di audience dello sceneggiato “Jesus”, i commenti dei Tg di questi giorni sono stati: “La storia di Gesù è sempre bella e molto emozionante” e “Gesù è un personaggio di grande fascino, da sempre” -, ma, piuttosto, se si considerano le numerose occasioni mondane che porteranno i prossimi giorni, “qualche” spunto consumista può venire in mente. Lo si capisce già dalla sfilza di calendari con i quali il nuovo anno – e millenio – verrà salutato. A parte il calendario Pirelli, ormai un’istituzione nel suo campo, anche se per quest’anno sembra più un’esposizione di carni da macello che una serie di foto artistiche di nudo, le edicole di tutta Italia sono affollate da bellezze adatte ad ogni… palato: Ferilli, Marcuzzi e Marini. Tra l’altro, il giorno 6 dicembre il Tg1 in pieno “prime time” (nell’orario di massima audience, quando le poche famiglie rimaste – bambini inclusi – si riuniscono davanti al televisore per sentire un po’ di notizie dal mondo) ha presentato una serie di “interessanti” immagini scelte dal più sofisticato lavoro della burrosa Valeria, insieme, naturalmente, ad un accurato montaggio di scene da backstage del lavoro un tantino hard. Un capolavoro mediatico paragonabile alla trasmissione di un film a luci rosse avvenuto intorno alle 10,30 (di mattina) di qualche giorno prima. Ma perché tanta meraviglia? La nuova tendenza per le feste di fine ’99 sarà ultraseducente con abiti da sera in materiali trasparenti quali il tulle di gomma, le maglia leggerissime di lurex, o le reti effetto canotta da basket, quasi una sottoveste da sport. Non a caso, l’ultima copertina di “D di Repubblica”, il femminile più amato da chi di moda se ne intende, lancia il suo diktat per la moda delle feste ’99: “Svestirsi d’inverno”. (mcpavarini@tiscalinet.it)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •