Strascichi e trasparenze, quant’è glamour il Festival di Cannes

Parata di stelle alla Croisette. Eva Longoria, Tim Roth, Alec Baldwin, Diane Kruger, ci sono davvero tutti dalle parti della Costa Azzurra. E, come da tradizione, gli abiti del gentil sesso oscurano i tristi smoking dei divi di Hollywood.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La 65esima edizione del Festival di Cannes è cominciata, il programma promette bene ma il red carpet, come ogni struscio sulla Croisette che si rispetti, guadagna i riflettori più patinati. Di star in Francia se ne sono viste tante: una bella spruzzata hollywoodiana, qualche cugino italiano, molte bellezze transalpine e qualche illustre e ingioiellata sconosciuta che ha fatto di tutto per conquistare qualche decina di scatti. Le attrici si sono sfidate a colpi di strascichi e scollature. Eva Longoria si è cambiata di abito più di Gabrielle Solis (la casalinga disperata che ha interpretato per 8 stagioni) e, solitaria ma splendente, si è armata di tacco 12 e ha sfilato con una coda che farebbe invidia a un pavone e che da sola riempiva l’intera scalinata di Cannes.

Più sobria è apparsa Marion Cotillard, che recita nel film in concorso De rouille et d’os del regista Jacques Audiard e che, sorridendo davanti ai fotografi avvolta in un soffice vestitino cipria (che tutte le modaiole avranno già ritagliato dai giornali urlando: «Lo voglio anche io cosi!»), pare abbia già messo un’ipoteca sulla Palma come migliore attrice. Una menzione speciale merita la giurata Diana Krueger: il fidanzato Joshua Jackson non è stato avvistato ma poco importa, perché con un leggiadro vestito verde acqua la bionda attrice di Bastardi senza gloria, ha lasciato tutti a bocca aperta.

Verde è anche il vestito dell’attrice indiana Freida Pinto, finemente bucherellato per dare quell’effetto “vedo non vedo” che fa tanto sexy sul red carpet. Peccato che il risultato finale somigli molto a un gelato cioccolato e pistacchio. Meglio non strafare con i colori avrà pensato la veterana Jane Fonda, vicina ai 70 e in splendida forma in un vestito attilato black&white, mentre l’eccentrica Phoebe Price (chi???) ha puntato tutto su un accessorio per capelli degno della migliore Marina Ripa di Meana.

I maschietti sono messi in ombra dalle colleghe: nessuno ha osato nulla di più di un noiosissimo smoking nero. Il presidente di giuria Nanni Moretti è apparso abbastanza disinvolto, mentre il giurato Tim Roth si guardava intorno con la stessa espressione del dr. Cal Lightman davanti a un bugiardo seriale. Le bellezze francesi non mancano, casomai mancano quelle italiane. Da segnalare la presenza di Clotilde Courau, ma di Emanuele Filiberto nemmeno l’ombra. Dove sono finiti tutti i mariti/fidanzati/amanti? Magari, mentre le mogli fanno il lavoro sporco, si sono infilati un paio di boxer e sono corsi al mare.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •