Stasera in tv Remember me, qualcuno dica a Pattinson di farsi una lampada ogni tanto

Storia d’amore tra ragazzi biondi, pallidi e difficili. La melassa sgorga copiosa fino alla scena finale da calci nel sedere

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv su Premium Cinema c’è Remember Me. Con il consumato vampiro Robert Pattinson e la naufraga Emilie de Ravin. La storia è di quelle strappalacrime fino al midollo: lei ha perso la mamma e vive con un papà iperprotettivo, lui il padre ce l’ha ma è come non averlo. I due ragazzi biondi, pallidi e difficili si conoscono e s’innamorano l’uno dell’altra. Fino a quando una tragedia di dimensioni colossali non si abbatte su di loro.

OSSESSIONE VAMPIRO. Poveri noi, costretti a subirci Pattinson in tutte le salse. Peccato che poi il sapore sia sempre lo stesso: insipido. Sono bastati i film della saga di Twilight per far passare il vampiro Edward come attore bravo e capace. Ma tutti i tentativi fatti prima, durante e dopo lo smentiscono. E questo film non fa eccezione. Con quella faccia da succhiasangue innamorato Pattinson colpisce il pubblico di giovanissime, innamorate perse della sua pelle diafana, ma il resto degli spettatori del suo ciuffo biondo e degli occhi semichiusi farebbe volentieri a meno. Specie quando i registi gli impongono ruoli da ragazzo difficile ma tenerone, inglobato nella sua felpa come in un sacco nanna per neonati. Insopportabile.

MELASSA. Come insopportabile è tutta la melassa che scorre lenta come una goccia di miele che fa fatica a staccarsi dal cucchiaino. E che esplode nella scena finale, quando improvvisa irrompe la tragedia per eccellenza degli anni Duemila che però – ma guarda un po’ – riesce a ristabilire tutti gli equilibri tra i personaggi. Che dopo pianti, urla, frustrazioni, timori e dialoghi banali, sono pronti per ricominciare pur Pattinsonesenti, naturalmente. Meglio non addormentarsi con queste scene in mente, piuttosto, sull’argomento Torri Gemelle, scegliete il bel Molto forte, incredibilmente vicino, sullo stesso canale alle 21.15.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •