Skyfall campione d’incassi e di errori. Peggio di James Bond solo gli alieni

L’ultimo 007 vanta ben trentacinque errori di scena. Dagli orecchini sbagliati di M. alle scarpe che indossa Bond. A guidare la classifica dei peggiori c’è il terzo capitolo di Men in Black (per colpa degli extraterrestri)

Si chiamano “blooper” e sono gli errori contenuti nei film. Oggetti che cambiano posizione da un’inquadratura all’altra, attori vestiti o pettinati in maniera differente a seconda delle scene, sfumature piccole che sfuggono agli occhi attenti dei montatori e del regista. La bibbia dei fan più accaniti di “blooper” si chiama Movie mistakes, e raccoglie una comunità di utenti che si occupa di guardare e riguardare le pellicole fino a stanare la più piccola svista.

35 ERRORI DI SCENA. Questi giustizieri mascherati hanno stilato la classifica degli film più ricchi di errori. La sorpresa è uno dei film più visti della stagione cinematografica, Skyfall. 35 sono gli errori scovati nella pellicola di Sam Mendes, che si aggiudica così il secondo posto tra i film con più sviste. Primo errore: James Bond guida una jeep con il parabrezza che viene danneggiato. Peccato che nella scena successiva il vetro torni immacolato. Secondo errore: 007 incontra M nel suo ufficio, la donna si mostra alla telecamera con due orecchini, uno a ciondolo, l’altro a clip, ma nell’inquadratura seguente gli orecchini sono entrambi a clip. Terzo: mentre Bond combatte sul treno il cattivo di turno, si vede chiaramente che l’attore non indossa le scarpe di scena, bensì quelle necessarie a montare le immagini su green screen, lo schermo verde che permette di inserire uno sfondo diverso da quello in cui si sta girando (davvero pensavate che Daniel Craig avesse davvero lottato su un vagone in movimento?).

ALIENI. A guidare la classifica davanti a Skyfall c’è Men in Black, che con il terzo capitolo della saga fantascientifica ha collezionato ben 63 errori. Quelli più evidenti riguardano gli alieni, che cambiano i connotati da una scena all’altra. Medaglia di bronzo per Il cavaliere oscuro – Il ritorno. Segue The Amazing Spiderman, con 24 errori, The Avengers con 22, Prometheus di Ridley Scott con 13, e The Hunger Games con 10 errori.