Rugby/ Italia – Stati Uniti 27-10: video highlights. Domenica l’Irlanda

Il tecnico degli azzurri Mallett dice che l’Italia si merita un «5», ad ogni modo gli azzurri superano gli Stati Uniti per 27-10, guadagnano il bonus mete grazie a Parisse, Orquera e Castrogiovanni e si preparano alla sfida decisiva di domenica contro l’Irlanda. Dentro o fuori, per accedere ai quarti ed entrare nella storia

Vincere conquistando il bonus mete, si diceva alla vigilia del match e così è stato. L’Italia del rugby vince la terza partita del girone C dei Mondiali neozalandesi, battendo gli Stati Uniti per 27-10 e realizzando quattro mete (una tecnica). Le altre tre realizzate dagli azzurri al Trafalgar Park di Nelson sono di Parisse, Orquera e Castrogiovanni. Domenica ci sarà la sfida decisiva contro l’Irlanda: partita da dentro o fuori, chi vince va ai quarti.

Non è molto soddisfatto il tecnico dell’Italia Mallet: «Era importante vincere e fare quattro mete, ma per quello che ho visto l’Italia merita un 5. Chi vince domenica a Dunedin va ai quarti, abbiamo il 35-40% delle possibilità di farcela. La pressione è tutta sull’Irlanda». Al di là dell’insoddisfazione del tecnico, oggi l’Italia è partita forte, arrivando alla prima meta al terzo minuto di gioco con Parisse che si tuffa e Mirco Bergamasco che piazza la palla tra i pali: 7-0 e si ricomincia.

Gli Usa non riescono a esprimersi ma l’Italia sbaglia tutto quando non riesce a bloccare la furia di Wyles, che va in meta facile. L’errore grave è di Canale che sbaglia clamorosamente il placcaggio. Il +3 di Mirco Bergamasco rimette l’Italia davanti, ma non può bastare.

A fatica gli azzurri vanno in meta per la seconda volta con Orquera, che segna il 15-10. La terza meta arriva nel secondo tempo con Castrogiovanni e poi una quarta tecnica. Negli ultimi minuti l’Italia si lascia andare e aspetta solo il fischio dell’arbitro. Bilancio finale della partita: azzurri ancora traballanti e spesso poco incisivi ma i risultati sono arrivati. Domenica, contro l’Irlanda, l’appuntamento con la storia.