Ronaldo, una nuova vita con meno chili e più affari

Qualche mese fa Ronaldo si è messo a dieta e, come un qualsiasi concorrente di docureality, si è fatto seguire mentre cercava di perdere venti chili. La forma fisica che lo faceva scattare sui campi da calcio era ormai lontana, ma lui ha affrontato con il sorriso questa nuova battaglia, esattamente come aveva affrontato i tanti infortuni al ginocchio. Perché Luís Nazário de Lima ha nove vite come i gatti e moltissimi fan che continuano a seguirlo.

FORBES. Dopo essere stato per anni uno dei testimonial più richiesti, ha scelto di legarsi a un’azienda telefonica sudamericana, la Claro, omaggiandola anche attraverso il suo profilo Twitter (ClaroRonaldo). Al momento il suo incarico lavorativo più importante lo vede impegnato, per conto della Fifa, nell’organizzazione dei Mondiali di calcio del 2014, che si svolgeranno nel suo Brasile. Il suo compito è verificare lo stato di salute degli stadi, ma Ronaldo non esclude di poter accettare la vicepresidenza della Fifa, se mai glielo chiedessero. Nel frattempo Forbes Brasile lo mette in copertina e lo dichiara uomo dell’anno. Potente come nessuno in patria.

STUDIARE. Su un altro giornale brasiliano, Meio&Mensagem, il campione racconta la voglia di confrontarsi con qualcosa di nuovo. “Sono passati 18 anni da quando ho smesso di studiare, è ora di ricominciare a imparare e lo farò con Martin Sorrell, la mente di una delle più grandi agenzie di comunicazione al mondo, la Wpp”. Il “praticantato” di Ronaldo durerà qualche mese, spalmati lungo un paio d’anni di vita londinese. Il Fenomeno in Brasile ha già una sua agenzia di comunicazione, che cura clientela prettamente sportiva, chiamata 9ine, ed è per questo che vuole studiare in Europa, come una matricola qualunque.