Raidue riparte da The Voice of Italy, ma che nostalgia per X-Factor

Ieri sera, causa partita noiosa sul quarto canale, in molti hanno girato su Raidue. Dove hanno trovato giudici di spalle e un sacco di momenti morti.

Sul 3-0 del Tottenham sull’Inter è d’obbligo cambiare canale, perché alla sofferenza è subentrata la frustrazione, quindi meglio buttarsi su programmi leggeri. Su Twitter si fa un gran parlare di The Voice Of Italy, il nuovo programma musicale di Rai Due, tanto vale girare per qualche minuto per vedere che succede.

TALENT. Lo studio non è certo quello dell’ultimo X-Factor targato Sky e al posto di Alessandro Cattelan c’è l’attore Fabio Troiano (simile al ruolo fantasma di Belen Rodriguez in Italia’s Got Talent) che stringe le mani ai parenti degli aspiranti cantanti che si esibiscono davanti ai giudici. Riccardo Cocciante, Raffaella Carrà, Noemi e Piero Pelù hanno l’arduo compito di scegliere i talenti che faranno parte della loro squadra ma, per non lasciare che il loro aspetto influenzi la loro scelta, l’ascolto si consuma di spalle.

TUTTI DI SPALLE. Il talento si esibisce con il pubblico che lo osserva e i giudici di spalle sino a quando uno di loro non decide di spingere un pulsante per girarsi e dichiarare la volontà di avere il cantante in squadra. Se malauguratamente si è girato anche un altro giudice, allora tocca al cantante decidere con chi andare. Quando poi a girarsi è Riccardo Cocciante, l’affare si fa serio: insomma il riccioluto cantante è uno che mette soggezione, come si fa a dirgli: «No, grazie, vado con Noemi?» senza temere di scatenare la sua ira? Mah. E poi a casa non c’avevano insegnato che stare di spalle è maleducazione? Doppio mah. A quanto pare la visione è impregnata di pregiudizio, visto che su Twitter continuano i commenti che inneggiano a questa “nuova” formula.

I GIUDICI. La vera star è Raffaella Carrà che, fasciata in un completo di pelle, ci ricorda che lei sarà giovane per sempre e che come lei ne nasce una ogni millennio. Piero Pelù è in piena versione “toro loco” e si esalta per ogni esibizione, Noemi ha una Moleskine dove prende appunti sui concorrenti mentre Riccardo Cocciante sprofonda nella poltrona girevole e si rialza solo quando trova l’xfactor – pardon – la voce che lo intriga (ma non riconosce una ragazza che ha lavorato con lui nel musical Giulietta e Romeo). I cantanti si alternano velocemente e d’un tratto, così senza preavviso, la puntata finisce. E adesso? E adesso ci toccherà vedere come andrà a finire.