Google+

Perfino lo shopping è migliore là dove si è riconosciuti

settembre 18, 2017 Walter Veltroni

Anche nel consumo esiste un’unicità, data dalla dimensione meravigliosamente ripetitiva del ritornare in posti in cui si interloquisce con persone e non con muti scaffali

shopping-quartiere

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Vorrei fare l’elogio dei quartieri, dei piccoli paesi, delle civiltà fondate sulla relazione, sulla conoscenza, sullo scambio. Per alcuni anni si è immaginato che il modo migliore di vivere fosse quello suggerito dai grandi centri commerciali, dagli outlet, dalle multisala. È stata una fase dello sviluppo urbano e una forma possibile della società dei consumi. Nulla da demonizzare, da respingere ideologicamente. Ma quel modello, puramente quantitativo, ha mostrato i suoi limiti. Non industriali, umani.

Marc Augé ha dedicato sue acute riflessioni a quei non luoghi, tendenzialmente tutti uguali, nei quali i beni sono offerti come i corpi delle donne nelle vetrine dei quartieri a luci rosse di Amburgo. Tutto dichiarato, esplicito, offerto. E tutto freddo, impersonale, ripetitivo.

A Bangkok la vita, anche per ragioni ambientali, sembra svolgersi attraverso il passaggio delle persone da un centro commerciale a un altro, senza soluzione di continuità. Le differenze sono impercettibili, tra le offerte, e questo rende il consumatore meno stressato nello scegliere.

Ma esiste un’unicità, anche nel consumo, che è data dalla dimensione meravigliosamente ripetitiva del ritornare in luoghi in cui si è riconosciuti, si interloquisce con esseri umani e non con muti scaffali, in cui il sorriso e le parole sostituiscono il rumore digitale dei segnali elettronici. Il quartiere, il paese sono caldi, avvolgenti, inclusivi. Lì si torna persone, non numeri da tornello.

Il conoscersi, il chiamarsi per nome è anche una potente garanzia di sicurezza, maggiore di mille occhi elettronici. Il sapere dell’esistenza dell’altro, il poterlo aiutare o assistere è un forma ineguagliabile di welfare a costo zero.

Famiglia, condominio, ufficio, quartiere, comune, parrocchia, squadra, partito, comunità. Forse, insieme, è tutto migliore.

Foto Flickr

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.

Al debutto l'EAT6 con il BlueHDi da 120 cv, già in regola con la normativa Euro 6.2.

L'articolo Citroën C3 Aircross, il cambio automatico arriva anche sulla Diesel proviene da RED Live.