Peccato, non vedremo mai l’imbarazzo negli occhi di un giovanissimo Brad Pitt

Cinquanta videocassette con i provini di quattro star erano pronte ad andare all’asta. Ma le lobby hollywoodiane sono riuscite a impedirne la vendita in nome dell’onnipresente privacy

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il diritto all’oblio, questo sconosciuto. Sembra che ormai sia impossibile fare in modo che il passato non si ripresenti, spesso con gli interessi. E quando a farne le spese sono le star la questione si fa davvero interessante. Proprio in queste ore la casa d’aste Julien’s Auctions di Beverly Hills avrebbe potuto mettere a segno una serie di vendite niente male, ma a bloccarla ci hanno pensato alcune lobby molto potenti di Hollywood. Ma cosa ha scatenato l’ira dello Screen Actors Guild, il sindacato degli attori, della federazione americana degli artisti radiotelevisivi e della Casting Society of America?

PRIVACY. La casa d’aste è entrata in possesso di circa cinquanta videocassette contenenti alcuni provini di quattro superstar di Hollywood, le bellissime Nicole Kidman e Sandra Bullock e i biondissimi Leonardo DiCaprio e Brad Pitt. Ogni videocassetta sarebbe stata venduta a circa quattromila dollari, ma le lobby di cui sopra sono riuscite a bloccare la vendita in nome dell’onnipresente privacy: «I provini non sono pubblici e chi vi si sottopone, anche in virtù di alcune clausole contrattuali firmate, si aspetta che non vengano rese note».

NO MATRICOLE. La casa d’aste ha dovuto ingoiare il rospo, come si sa le lobby in America sono un’autentica potenza e opporre resistenza può solo significare guai seri: «Abbiamo deciso di rispettare le posizioni delle organizzazioni coinvolte, non vogliamo interrompere il nostro rapporto con gli attori». Nessuno quindi potrà vedere, chessò, un attacco alieno a cui risponde un timido DiCaprio, una seduta di psicoanalisi tenuta dalla Kidman pre-chirurgia, una scena d’amore di un impacciato Pitt o uno sketch umoristico di una Bullock alle prime armi. Che peccato.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •