Parola di capitano

“Il segreto di questa squadra è il suo allenatore che ha saputo compattare il gruppo. E per il prossimo anno abbiamo in serbo delle belle sorprese…”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dite la verità anche al Milan siete un po’ sorpresi di un simile risultato…

Di certo non abbiamo iniziato questo campionato pensando allo scudetto e quindi ora c’è doppia soddisfazione. Credo però che nell’ultimo mese e mezzo i risultati ci siano stati e che quindi il Milan stia meritando il primato. Il Milan è stato continuo, ha conquistato piano piano la fiducia nei propri mezzi e l’entusiasmo, la squadra è cresciuta e abbiamo regalato un po’ di suspance al campionato.

Domenica comunque non sarà una partita tranquilla…

Ci vorrà molta attenzione, perché il Perugia non è salvo al 100% e il suo è un campo difficile.

Come giudica la reazione, certamente un po’ sopra le righe, di Cragnotti?

Bisogna provare a mettersi nei suoi panni: quando vedi sfuggire un traguardo del quale ormai eri sicuro, è normale dar sfogo al proprio nervosismo.

Invece, qual è stata la principale virtù del Milan?

Il suo allenatore. È riuscito a mantenere il gruppo sempre unito, stimolandolo nella prima parte del campionato quando il Milan ha fatto più fatica. Poi pian piano i ragazzi sono entrati in sintonia con il mister e questo è stato importantissimo.

La Lazio è stata la prima squadra italiana quotata in borsa e anche le altre squadre si stanno muovendo in questa direzione. È la fine dello sport come lo conosciamo?

Ormai gli interessi delle squadre sono molti e le società di calcio sono diventate delle aziende legate ai risultati. È rischioso investire in una società che oltre ai risultati non ha nient’altro che garantisca gli azionisti. Perciò credo che le società si garantiranno andando al di là del risultato, creandosi una base, delle strutture e delle attività che possano garantire non solo i risultati sportivi ma anche quelli economici. Altrimenti c’è sempre il rischio che ogni domenica, a seconda del risultato, il titolo vada su e giù. La Lazio che era andata altissimo, adesso è a picco ed è ancora seconda che lotta per lo scudetto.

Anticipazione di calcio mercato?

Il Milan è tornato in Champions League e ci saranno dei rinforzi. Abbiamo già preso Shevcenko che è un fuoriclasse e poi ci sono tre o quattro nomi in ballo: Statuto, De Ascentis… Ma qualcosa salterà ancora fuori dal cilindro….

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •