Oggi è il No Diet Day, la scusa perfetta per concedersi un peccato di gola

Il 6 maggio s’interrompono tutte le diete. Lo scopo della giornata è imparare ad accettare il proprio corpo e allontanare per qualche ora l’odiata insalatina

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dieta a zona, Dukan, Tisanoireca, dieta delle tisane, delle erbe, del pompelmo, dell’ananas, del riso, dei cereali e chi più ne ha più ne metta. Tutti, compresi i magri, almeno una volta nella vita hanno tentato di fare una dieta, anche solo per perdere qualche chilo che poi, chissà come mai, si è quasi sempre ripresentato.

BASTA DIETE. Così, mentre l’amica magra da una vita mangia una lasagna di dimensioni gigantesche, dall’altra parte del tavolo un’insalata scondita fa capolino, diventando il cibo della primavera per tentare di arrivare un po’ più snelli alla prova costume. Ma oggi è vietato stare a stecchetto perché è il No Diet Day. Una ricorrenza che affonda le radici nel 1992, anno della sua creazione in Gran Bretagna.

FIOCCO AZZURRO. Lo scopo della giornata è quello di mettere da parte per un giorno beveroni, pillole e diete di ogni genere, per concentrarsi sul proprio corpo che non sarà perfetto, ma è comunque bello in ogni suo difetto. Gli aderenti, ma sopratutto le aderenti alla giornata, indossano un fiocco azzurro e si concedono qualche peccato di gola di cui sentono la mancanza da tempo imminente o semplicemente evitano l’insalata scondita che ha preso il posto degli aperitivi serali. Tutto concesso fino alla mezzanotte, quando puntuale come un orologio svizzero scatta l’ora di una “saporita” tisana depurativa alle erbe, che a ogni sorso non farà altro che aumentare il desiderio recondito di un’altra giornata liberi dall’insalata.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •