Miley Cyrus sarà testimonial per Marc Jacobs

Il fotografo che avrebbe dovuto scattarle le foto per la campagna promozionale dello stilista si rifiuta di lavorare con lei

Miley Cyrus fa parlare di sé anche quando non fa nulla. Questa volta la colpa è del fotografo Juergen Teller, abituato a grandi campagne di moda, che si è rifiutato di voler lavorare con lei e scattarle pose. Troppo volgare l’ha definita.

TROPPO VOLGARE. Marc Jacobs, stilista americano, che da sempre utilizza Teller come fotografo per le sue campagne pubblicitarie, ha deciso di volere Miley per la primavera/estate 2014: “Adoro lei e il suo intero modo d’essere, la sua energia, il suo talento, la sua intelligenza, tutto. Non c’è niente che non ci piaccia di lei. E’ genuina e molto naturale”. Quello che per Jacos è naturalezza, per Teller è invece volgarità, definita tale anche ad Anne Wintour, la direttrice di Vogue. Così a causa di Miley un’idillio lavorativo lungo anni è scoppiato.

RIFIUTO. Le foto però sono state fatte lo stesso, dal fotografo David Sims. “Avevamo in mente una spiaggia, con delle ragazze imbronciate e pensierose, e ci siamo detti che sarebbe stato bello se a interpretarle fossero state Miley e due modelle che passassero per sue amiche”. Sul perché del rifiuto di Teller, Marc ha solo risposto: “Semplicemente non voleva farle”.