Milano: più cari biglietti del tram e ingressi per disabili alla Scala

Il consiglio comunale si appresta ad alzare le tariffe dei trasporti pubblici. I biglietti di tram e metrò potrebbero aumentare fino a toccare quota 2 euro. La Milano di Pisapia prepara una stangata soprattutto per i disabili, visto che la Scala ha deciso di aumentare da 24 a 80 euro i tre biglietti per recita dedicati ai portatori di handicap

Stangate in vista per i milanesi: il portafoglio lo dovranno tirare fuori un po’ tutti. Il Consiglio comunale sta valutando l’ipotesi di aumentare di prezzo i biglietti per i trasporti pubblici. Il singolo ticket potrebbe costare da venti centesimi a un euro in più. La misura, ha spiegato l’assessore ai trasporti Pierfrancesco Maran, dovrebbe entrare in vigore entro fine anno, una scelta «necessaria, indispensabile» per coprire i buchi di bilancio e consentire investimenti sui nuovi mezzi (metrò, tram e bus), potenziare i servizi notturni dei mezzi pubblici e aumentare piste ciclabili e isole pedonali.

Insomma l’aumento dei prezzi dei biglietti per i mezzi pubblici è una certezza, da decidere sono solo le tempistiche e soprattutto l’entità della stangata. Gli aumenti dovrebbero però tutelare gli abbonati, gli over 65 e i disabili. Disabili che invece la loro stangata l’avranno alla Scala. Secondo quanto riportato oggi dal Corriere della Sera Milano, il Teatro ha deciso di aumentare il prezzo dei pochissimi biglietti riservati ai disabili (tre per ogni recita) da 24 a 80 euro. Il vento nuovo di Pisapia comincia a farsi caruccio.