Matching 2.0, la fiera che insegna alle piccole imprese a diventare grandi. Affrontando i mercati esteri

Aperto fino a domani in Fieramilano l’evento organizzato dalla Cdo per offrire occasioni di business alle aziende partecipanti, con incontri one-to-one e non solo

Si è aperto ieri in Fieramilano e durerà fino a domani 27 novembre il “Matching 2.0”, edizione 2013 dell’ormai tradizionale fiera promossa dalla Compagnia delle opere (Cdo) per offrire alle imprese occasioni di business, principalmente attraverso migliaia di incontri specifici tra i singoli partecipanti ma non solo. Nove i distretti tematici coinvolti quest’anno (agroalimentare, comunicazione, edilizia, energia ambiente sostenibilità, finanza, Ict, logistica, meccanica, sanità) che riguardano 22 settori merceologici per la bellezza di 1.600 espositori interessati. Gli eventi “aperti” previsti sono 180 e vertono su tre focus: internazionalizzazione, reti d’impresa, incontro tra Pmi e grandi aziende.

Pubblichiamo l’intervista al direttore della Cdo Enrico Biscaglia contenuta nello Speciale Pmi del settimanale Tempi.

Per Enrico Biscaglia, direttore della Compagnia delle opere, le aziende che partecipano all’edizione 2013 del Matching avranno «l’opportunità di comprendere, soprattutto per chi vive un momento di difficoltà, come purtroppo capita a tanti imprenditori oggi, quali sono le prospettive per la propria azienda: come riposizionare la propria attività, verso quali mercati esteri affacciarsi, con chi stringere nuovi accordi, come cambiare al proprio interno per superare le criticità presenti».

Direttore, che significato e che peso ha il 2.0 che accompagna Matching?
Ogni imprenditore può costruire il percorso più adatto a sé. L’evento è stato pensato affinché i partecipanti siano messi in condizione di sprigionare il potenziale ancora inespresso nella loro attività. A cominciare dal portale www.e-matching.it, che consente di avviare un percorso personalizzato di appuntamenti one-to-one, di ricerca di nuovi partner professionali, per iniziare ad affrontare la crisi in una prospettiva di medio termine.

Quali sono i focus dell’edizione 2013?
L’internazionalizzazione, la creazione di reti tra le imprese e l’incontro con i leader di mercato. La possibilità per tutti è di compiere una verifica su come e dove muoversi, trovare partner interessati ad avviare una collaborazione, conoscere una pluralità di esperienze in atto ed entrare in contatto con aziende leader nel proprio settore altrimenti inaccessibili. Con un’opportunità in più, che fa parte nella natura stessa dell’evento: continuare a collaborare fronteggiando insieme le incertezze del presente con uno sguardo positivo e aperto al futuro.

L’area Internazionalizzazione è il cuore della proposta dell’evento. Come aiuterete le aziende che vogliono aprirsi ai mercati esteri? 
L’internazionalizzazione è un passo necessario per molte aziende ma difficile, soprattutto per chi si affaccia per la prima volta fuori dai confini nazionali. Matching dà l’opportunità di incontrare i più qualificati operatori italiani che aiutano le imprese ad affrontare una trentina di mercati esteri, con un’attenzione specifica alle condizioni necessarie per proporre i propri prodotti e servizi.