Marco Liguori (Pianeta Genoa): «Kucka non pensi all’Inter e si concentri sul Genoa»

«Kucka prima dii pensare all’Inter, pensi a dove gioca adesso». Marco Liguori, direttore di Pianetagenoa1893.net, dice la sua sul giocatore slovacco: «Le sue prestazioni sono pessime e non è detto che nel centrocampo nerazzurro avrebbe lo spazio assicurato».

Juraj Kucka, centrocampista slovacco classe 1987, in comproprietà tra Inter e Genoa, continua il suo valzer di dichiarazioni. Un giorno pensa ai nerazzurri, l’altro ai Grifoni. Il risultato a livello di prestazioni sul campo è devastante. Il centrocampista che l’anno scorso ha dimostrato di avere grinta, personalità e una buona visione del gioco, in questo scorcio di stagione sta deludendo le attese. «La sua situazione non è chiara e lui sbaglia modo e tempo delle dichiarazioni. Questo influisce nel suo modo di giocare, sembra che indossi la maglia dei Grifoni controvoglia e i tifosi si stanno spazientendo».

Marco Liguori, direttore di Pianetagenoa1893.net ha risposto alle domande di Tempi.it e ha espresso il suo disappunto sulla situazione del gioiellino slovacco. «Se non vuole rimanere al Genoa la società dovrebbe metterlo fuori rosa perché se non è concentrato sul presente fa male prima di tutto alla squadra, ai suoi compagni e poi a lui stesso». Effettivamente nell’ultima partita contro il Parma Kucka ha rimediato un quattro in pagella, procurando anche il calcio di rigore a favore dei ducali abbattendo Giovinco in area di rigore. «Sembra di rivivere il caso Kharja. Anche il marocchino ha smesso di giocare quando ha intravisto la possibilità di accasarsi all’Inter. Casi del tutto contrari a quello di Ranocchia che fino all’ultimo ha onorato la maglia del Genoa». In attesa del prossimo mercato di gennaio Liguori mette in guardia il giovane slovacco: «Oggi all’Inter farebbe fatica. È vero che i centrocampisti nerazzurri sono avanti con l’età ma hanno tanta classe ed esperienza. Non è detto che a Milano avrebbe il posto assicurato, anzi. È giovane, è un nazionale, dovrebbe fare due conti prima di accettare la proposta dell’Inter. Ha ragione Ranieri quando dice che a Kucka lui non pensa, anzi, gli dà come consiglio quello di pensare a giocare bene dov’è, e cioè al Genoa».

Infine un pronostico sul Genoa di Malesani. «Viene da due sconfitte consecutive contro squadre di pari livello e l’ambiente ne ha risentito. I tifosi genoani sono sensibili. Ma io dico di stare tranquilli perché la situazione non è disastrosa, il progetto è nuovo e ci vuole tempo perché i giocatori capiscano i meccanismi del nuovo allenatore. Preziosi dice che vede il suo Genoa nella parte sinistra della classifica. Io sono d’accordo con lui, vedo i Grifoni tra l’ottavo e il decimo posto in classifica. Non è ancora il momento del salto di qualità. Adesso Malesani affronterà un ciclo difficilissimo, dopo il Lecce ci saranno le sfide contro Juventus e Roma. Diamo tempo al mister di lavorare, poi tireremo le somme».