Mamma Oca va in vacanza

Squilla la tromba (diario dal fronte) di Gen. A. Vi. (Nome in codice Mamma Oca)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

1 luglio 1999. Diario dal fronte. Il diario dal fronte subisce una interruzione causa le pressanti esercitazioni estive.

Esercitazioni sulla sabbia: – castelli e motoscafi – il fossato più profondo (per ora il record di metri 2,50 appartiene al soldato veterano Ci. di anni 13) – “torta tortella, se diventi bella, ti do la caramella”. Studiare il modo di sopravvivere al soldatino di piombo Te. (anni 1 e mezzo), nome in codice “Il distruttore”.

Esercitazioni in caserma: – letture (quelle che ci pare) – compiti (quelli che non ci pare) – preparazione dello spettacolo teatrale che avverrà nell’augusto giorno 13 agosto, genetliaco del soldato Gi. (quasi anni 10), nome in codice “Oca giuliva”.

Organizzazione dei tornei di pallavolo cui parteciperanno 35 soldati tra gli 8 e i 14 anni .

Scalata della cima più alta del monte Rimbara (1359 metri) e raccolta di mazzi di timo da usare per pomodori e pesci. Studiare il modo di sopravvivere al soldatino di sfondamento Te. (anni 1 e mezzo), nome in codice “Aquilotto urlante”.

Deduzioni – per tutti i generali coinvolti nelle impegnative esercitazioni estive: “Quando fui sottoposto all’autorità di una donna, fui allora più pieno di fuoco e di spirito avventuroso. Esattamente perché quando mia madre diceva che le formiche mordono, le formiche mi morsero, e la neve cadde nell’inverno… Entri da bambino nel giardino della vita e fu per me un luogo terribile, precisamente perché avevo un filo da seguire: se non avessi avuto alcun filo, non sarebbe stato terribile, ma insipido”.

(da “Ortodossia”, di G.K. Chesterton, per gli alleati “G.K.” – la battaglia continua).

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •