Google+

Ma una parolina di scuse per Benedetto XVI non si poteva spenderla?

marzo 22, 2018 Emanuele Boffi

È lui la prima “vittima” dell’assurdo modus operandi di monsignor Viganò. Che ora pensa solo a “farsi in disparte”

Caro direttore, cosa ne pensa Tempi di tutta questa storia della lettera di Ratzinger manipolata dal prefetto della Segreteria per la Comunicazione monsignor Dario Edoardo Viganò? Ho visto che Viganò ha scritto a Francesco una lettera di dimissioni. Caso chiuso?
Aldo Merlini, via email

Ma una parolina di scuse per Benedetto XVI non si poteva spenderla? È lui la prima “vittima” dell’assurdo modus operandi di monsignor Viganò. Prima gli chiede una recensione ai “volumetti” in cui compaiono suoi fieri oppositori (quando non, più correttamente, “denigratori”); poi si tiene nel cassetto per un mese la risposta di Ratzinger e, sebbene questa sia “riservata personale”, la rende nota nel quinto anniversario dell’elezione di Francesco; ne rende pubblica solo una parte, facendo passare la lettera come un avallo del papa emerito al pontificato del successore; ne legge solo un pezzo davanti ad alcuni giornalisti, omettendone un altro; fa divulgare una foto in cui la seconda pagina della lettera non appare; scoperto con le mani nella marmellata, bofonchia qualche scusa (lui, quello che pontificava sulle fake news); scrive una lettera a Francesco tutta incentrata su di sé e sulla necessità di “farsi in disparte” a causa dalle «polemiche» (e vorrei ben vedere).

In tutto questo, una parola di scuse a Benedetto XVI, qualcuno l’ha vista? Francamente ci interessa poco se Viganò rimarrà al suo posto, sarà spostato, sarà promosso. Ma che non menzioni nemmeno di striscio la persona cui ha teso la sua trappola, ecco, questo dice molto della sua statura umana prima che delle sue capacità professionali.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

È l'outfit scelto dal campione Fabian Cancellara, composto da maglia e salopette corta+, disponibili a partire da 89,95 euro.

L'articolo Gore C5 Optiline proviene da RED Live.

Costruito in Cina, non è solo mastodontico e pressoché indistruttibile, ma anche costosissimo. La meccanica è quella di un pick-up Ford mentre l'obiettivo è quello di conquistare i facoltosi petrolieri arabi o i magnati russi e cinesi

L'articolo Karlmann King <br> il SUV indistruttibile più caro del mondo proviene da RED Live.

Anlas, azienda di pneumatici turca nata nel 1974, presenta le sue prime gomme dedicate all’enduro estremo. Si chiamano Anlas Capra Extreme e rispettano il regolamento FIM.

L'articolo Anlas Capra Extreme, per correre in enduro proviene da RED Live.

Dopo 18 anni il Museo Piaggio si rinnova e e cresce da 300 a 500 m². Con 5 collezioni e 250 pezzi è la più grande esposizione in Italia dedicata al motociclismo.

L'articolo Nuovo Museo Piaggio; 500 m² di sogni. proviene da RED Live.

Nata nel 1948, la Casa di Stoccarda raggiunge l'importante traguardo dei 70 anni di vita. Più arzilla che mai guarda al futuro senza mai perdere di vista il passato. Dal prodotto al motorsport

L'articolo Porsche, un viaggio lungo 70 anni proviene da RED Live.