Nuova Zelanda, migliaia di turisti sulle tracce de Lo Hobbit – La desolazione di Smaug

Visite record nell’isola oceanica, dove sono ambientate le due trilogie ispirate ai romanzi di J.R.R. Tolkien. Sale l’attesa per l’uscita italiana del prossimo capitolo, prevista per il 13 dicembre

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mancano poche ore allo svelamento del primo, attesissimo trailer de Lo Hobbit – La desolazione di Smaug, il secondo capitolo della nuova trilogia di Peter Jackson dedicata all’omonimo libro di J.R.R. Tolkien. Anche questo film, come il precedente, è stato girato interamente in Nuova Zelanda. Una terra che alle due trilogie jacksoniane, Il signore degli Anelli e Lo Hobbit, deve tutto.

BOOM DI TURISTI. A confermarlo è l’agenzia del turismo della Nuova Zelanda, che ha comunicato con soddisfazione l’aumento delle visite da parte dei turisti stranieri (più dieci per cento), che arrivano in Oceania per seguire le tracce di Frodo, Gandalf e Bilbo Baggins. Secondo una ricerca effettuata dalla stessa agenzia, l’8,5 per cento dei turismi ammette di aver scelto di visitare la Nuova Zelanda per visitare i luoghi visti nei film di Jackson e il 13 per cento ha dichiarato di aver preso parte a una visita guidata sui luoghi del film Lo Hobbit.

TRAILER. Lo Hobbit – La desolazione di Smaug uscirà in Italia il prossimo 13 dicembre, a un anno esatto dall’uscita del primo capitolo. Peter Jackson, intanto, fa salire la tensione tra i fan dopo aver dichiarato che il trailer nasconderà almeno una sorpresa. Tra poche ore il mistero sarà svelato.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •