Lo Hobbit in testa al box office

Il secondo capitolo della saga dello Hobbit batte tutti al botteghino. PIeraccioni secondo

Dopo aver conquistato la critica, il secondo capitolo della saga dello Hobbit conquista anche il pubblico. In Italia “La desolazione di Smaug” è partito subito in prima posizione del box office, guadagnando oltre 3 milioni e 600 mila euro in quattro giorni, essendo uscito il 12 dicembre. In America è già arrivato ai 73 milioni, che diventano 200 milioni se si considera il botteghino globale e mondiale.

CHECCO ZALONE. Al secondo posto il nuovo cinepanettone di Leonardo Pieraccioni “Quel fantastico via vai”, mentre in terza posizione Woody Allen e il suo “Blue Jasmine”. Al quarto posto “Hunger Games”, che grazie all’entrata in classifica dello Hobbit, perde parecchie posizioni. Al sesto posto ancora stabile Checco Zalone con “Sole a catinelle”.