Last week, next week23/99

Last week, next week

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Antonio Bassolino Settimane impossibili per Antonio Bassolino: prima le Br uccidono un suo valente collaboratore, poi i Ros mettono ai semiarresti domiciliari Antonio Rastrelli di An (già presidente della Regione Campania) che Bassolino aveva scelto come interlocutore nel centrodestra. Nelle trattative per il contratto dei metalmeccanici, il sindaco-ministro combina pasticci e se non ci fosse Massimo D’Alema che richiama gli industriali ai patti fatti da lui personalmente, l’accordo andrebbe per le lunghe. Infine, arrestano una serie di persone scelte da Bassolino per gestire i trasporti napoletani. In queste sfortune, Bassolino ha solo una consolazione: tra gli avversari non c’è nessuno come lui che quando a suoi competitori di partito o a nemici politici successero simili disgrazie, ne approfittò per sostituirli (per poi sposare le posizioni di chi sostituiva).

Emma Bonino Che farà Emma Bonino del suo clamoroso successo alle Europee? Si ripeterà il tradizionale destino delle grandi operazioni pannelliane, geniali nell’impostazione, travolgenti nella dinamica tattica, ma alla fine incapaci di costituire un nuovo equilibrio politico? La Commissaria europea escente ha un solido patrimonio di esperienza internazionale, accresciuto dal suo ruolo nella guerra del Kosovo; e questo peserà anche nella politica nazionale. Ha alle spalle le battaglie per i diritti civili, che l’hanno vista in contrasto con larghi settori del mondo cattolico, e quelle contro lo statalismo e il pansindacalismo, che la contrappongono alla sinistra. Massimo D’Alema ha cominciato subito a corteggiarla, ma il premier del centro-sinistra si trova in una terribile contraddizione: se cerca la Bonino che ha i voti, corre il rischio di perdere i vari Mastella e Dini, che di suffragi ne hanno pochini, ma hanno tanti deputati.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •