L’Anm contro Berlusconi: «Accostamento tra toghe e Br è mistificazione»

Ieri il leader di FI nel corso della manifestazione in via Plebiscito aveva ricordato che «nel ’78 persino la sinistra accusò Md di aver abbracciato le idee delle Br». La replica di Sabelli: «Inaccettabile»

È stato il cartello più discusso della manifestazione in via del Plebiscito a favore di Silvio Berlusconi, quello che rappresentava il leader di Forza Italia in un fotomontaggio con alle spalle la bandiera delle Brigate rosse (sostituendo con volto e corpo quello di Aldo Moro della foto originale). Oggi è stata addirittura l’Associazione nazionale magistrati, il sindacato delle toghe, a rispondere con un comunicato stampa. Il segretario dell’Anm Rodolfo Sabelli: «Ogni dichiarazione che evochi accostamenti fra Magistratura Democratica e le Brigate rosse è una inaccettabile mistificazione, offensiva per Md e per l’intera magistratura, che altera la storia di quegli anni, dimenticando il prezzo di sangue che anche i magistrati hanno pagato nel contrasto al terrorismo».

LE PAROLE DI BERLUSCONI. Non è stato certo solo il cartello a far arrabbiare Sabelli,ma anche le dichiarazioni fatte dallo stesso Berlusconi dal palco della manifestazione. Berlusconi aveva detto che «persino la sinistra ortodossa nel 1978 ha accusato Md (la corrente di sinistra della magistratura, ndr.) di avere abbracciato le idee estremiste delle brigate rosse».