La Grande bellezza per gli Oscar

Il film di Sorrentino tra i cinque candidati come miglior film straniero. L’Italia continua a sperare

La grande bellezza continua la lunga strada verso gli Oscar. Dopo aver vinto gli Efa, e i Golden Globe, il film di Paolo Sorrentino si aggiudica ufficialmente la nomination per miglior film straniero. Non succedeva dal 2006 per l’Italia, quando era in gara “La bestia nel cuore” di Cristina Comencini.

LUNGA ATTESA. L’attesa di sapere chi si aggiudicherà il premio è lunga fino alla notte del 2 marzo. Sia Paolo Sorrentino che Toni Servillo, l’attore protagonista, sono entusiasti ma allo stesso tempo carichi d’ansia. Sopratutto perché la mente di tutti va al 1999, quando l’Oscar andò alla Vita è bella di Roberto Benigni. Un primo ostacolo La grande bellezza l’ha trovato ai Critic Choices Awards, i premi della critica statunitense, dove invece è stato premiato La vita di Adele.

SABRINA FERILLI. Pronta per il red carpet è sicuramente la protagonista femminile della Grande Bellezza, Sabrina Ferilli, più bella che mai. A lei è andato il ruolo di una spogliarellista: “Questa volta, lo spogliarello lo fa Sorrentino, se vinciamo. La candidatura della Grande bellezza è il trionfo del lavoro fatto con talento, professionalità, determinazione. E’ anche il riconoscimento di un stile di vita improntato alla serietà: successi come questo non sono mai casuali, sono il risultato di un impegno e di un rigore che vengono da lontano”.