La firma di Tempi Bruno Mastroianni è il nuovo portavoce dell’Opus Dei

Il prossimo 26 giugno l’Opus Dei cambia portavoce. Pippo Corigliano, che ha ricoperto il ruolo per 40 anni, lascia a Bruno Mastroianni, autore per Tempi della rubrica “Recensire Ratzinger”. «Voglio far conoscere sempre meglio il messaggio cristiano di san Josemaría e le persone che, seguendo i suoi insegnamenti, si sforzano di vivere cristianamente ogni giorno»

L’Opus Dei cambia portavoce. Il prossimo 26 giugno, festa di san Josemaría Escrivá, fondatore dell’Opera, Pippo Corigliano lascerà la direzione dell’Ufficio Informazioni per l’Italia della prelatura nelle mani di Bruno Mastroianni.

Entrambi i protagonisti di questo passaggio in un certo senso epocale (il primo ha ricoperto l’incarico per quarant’anni) sono consolidate conoscenze dei lettori di Tempi. Corigliano, oltre a un paio di belle interviste che ripubblichiamo sul sito (vedi link a lato), ha firmato nell’ultimo numero del 2010 del settimanale il suo Te Deum per l’anno scorso. Mastroianni, invece, è stato per oltre due anni collaboratore fisso di Tempi con la rubrica “Recensire Ratzinger” (scarica qui a fianco l’ultimo articolo).

«Il mio programma di lavoro è semplice», annuncia il nuovo portavoce dell’Opus Dei a Tempi: «Far conoscere sempre meglio il messaggio cristiano di san Josemaría e la dottrina della Chiesa, e far conoscere le persone che, seguendo gli insegnamenti di san Josemaría, si sforzano di vivere cristianamente ogni giorno le situazioni più comuni: facendosi carico delle necessità dei propri simili». Dal 26 giugno Corigliano presterà consulenza alla comunicazione di diverse iniziative legate all’Opera, come il Campus Bio-Medico, oltre a sviluppare attività di formazione sempre nel campo della comunicazione.