Il fu Fini Gianfranco, col cognato faccendiere, ubriaco di potere

Denunciato per la casa di Montecarlo – data in pasto ai parenti – venne subito archiviato. E il procuratore Giovanni Ferrara fu nominato sottosegretario del governo di Mario Monti

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I furbi e i fessi si spartiscono l’Italia. E la furbata massima è sempre quella di fingersi fessi. Come il fu Fini Gianfranco, il già capo di un cupo branco che – miracolato dal Cavaliere – d’improvviso ebbe il potere! E fu subito gran boria, con il peso della storia: l’abbandon d’ogni fardello, come il santo manganello.

Chiamalo fesso!

Il saluto sull’attenti, il salotto dei potenti con gli omaggi riverenti e gli sguardi impertinenti. Poi un pizzo di una sottana e partì di tramontana. Non avvezzo alla materia, con mancanza di maniera, in ogni cotta fu maceria. Agognata la carriera ebbe a far da cameriera al sovran Napolitano cui baciò piede e mano.

Chiamalo fesso!

Contro Silvio chiese il banco ma non ebbe proprio scampo. E si sa, col Cavaliere, non c’è proprio miserere. E il fu Fini, il Gianfranco, col cognato faccendiere – ubriaco di potere – sputacchiò sulle bandiere.

Chiamalo fesso!

I pesciolini e i fiori di lillà; il cachemirino e il Ferrarino; le immersioni e un 740 da adeguare ai ricchi compagnoni seduti accanto a lui. Più che vita nuova, quella di Fini, fu dolce vita: difeso dalla macchina del fango, fu riverito dai politicamente corretti.

Denunciato per la casa di Montecarlo – data in pasto ai parenti – venne subito archiviato. E il procuratore Giovanni Ferrara – oplà, appena dopo – fu nominato sottosegretario del governo di Mario Monti.

Chiamalo fesso il fu Fini Gianfranco!

Ma anche peggio… co…one come di se stesso ha detto nella sua ultima furbata.

A proposito di furbi, voi, dovendo scegliere, cosa vorreste essere: onesti e dunque fessi oppure furbi e quindi fessi solo per finta? È sempre lì, o lì o là. Senza più un alalà.

Testo tratto dalla rubrica “Olì Olà” in onda su La7 durante la trasmissione Faccia a faccia, domenica in prima serata

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •