I Doors tornano a cantare nel buio di trecento sale, solo per una sera

Il concerto all’Hollywood Bowl di Los Angeles del 5 luglio 1968 sarà trasmesso solo oggi in moltissimi cinema italiani. Rimasterizzato e in alta definizione

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Alcune tra le più grandi star mondiali, come i Queen e i Led Zeppelin, ci sono già passate, così come le due rockstar più amate in Italia, Vasco Rossi e Ligabue. Adesso tocca ai Doors salire nuovamente sul palco, anche se solo virtualmente. La versione integrale del concerto della storica band, tenutosi il 5 luglio del 1968 all’Hollywood Bowl di Los Angeles, sarà ritrasmesso questa sera in trecento sale cinematografiche italiane.

CULT. Un evento unico, un’altra occasione per ascoltare dell’ottima musica e godere di splendide immagini in alta definizione. Lo spettacolare concerto di Jim Morrison e soci è stato rimasterizzato da Bruce Botnick, che nel 1968 aveva preso parte al concerto in qualità di fonico. Un’esibizione a cui si aggiungeranno molti contenuti extra e le interviste ai componenti della band. Il tastierista dei Doors, Ray Manzarek, si è detto entusiasta del risultato, sopratutto dal punto di vista sonoro: «È come se vi trovaste realmente in quell’Arena, sul palco assieme a noi». Per i fan del gruppo, scioltosi nel 1973 a due anni dalla morte del leader Morrison, alcune chicche che da sole varrebbero il prezzo del biglietto: le performance di Hello I Love You, The WASP (Texas Radio And The Big Beat) e Spanish Caravan. Infine, una curiosità anche per i cinefili: tra i quattro cineoperatori che ripresero il concerto di Los Angeles c’era anche Harrison Ford, prima che la sua carriera di attore spiccasse il volo.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •