Hascisc made in Suisse

Altro che cioccolato: in Svizzera si coltiva
(anche) e si esporta (pure) droga. Parola dell’Ufficio federale della polizia elvetica

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In Svizzera, la canapa non è illegale, è illegale l’utilizzo della canapa come droga: negli ultimi tempi perciò si sono moltiplicati i negozi che commercializzano i più svariati prodotti a base di canapa (sciampo, sapone, ecc…) e anche sacchetti di cannabis che, di fatto, finisce per essere utilizzata come stupefacente. In un’informativa datata 29 marzo 1999, l’Ufficio federale della polizia elvetica rendeva noto che “in Svizzera la maggior parte dei campi seminati a canapa serve a coltivare stupefacenti illegali. Secondo le stime, nel 1998 sarebbero state raccolte più di 1000 tonnellate di canapa (peso a secco) che avrebbero permesso di produrre più di 100 tonnellate di stupefacenti (hascisc e marijuana). Sempre più frequentemente, vengono importati in Svizzera apparecchi professionali per la lavorazione e il trattamento della canapa. Per la prima volta prodotti stupefacenti a base di canapa sono stati esportati in grandi quantità. Il traffico di hascisc continua preferibilmente sulle strade” conclude il documento. Mentre la marijuana è per lo più commercializzata nelle 135 boutique che in tutta la Svizzera vendono prodotti a base di canapa. “In totale – conclude il documento- oltre 14,9 tonnellate di prodotti derivati dalla canapa (7,2 nel 1997) sono state sequestrate e rese inoffensive”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •