Condannato il “mago” Franco, truffava e violentava le clienti

Franco Uggetti, 62 anni di Pavia, ha truffato 10 clienti e in tre casi abusato delle sue vittime. La sua difesa: «Con la scusa di leggere le carte, ho infuso fiducia»

Il giudice per l’udienza preliminare Carlo De Marchi ha condannato Franco Uggetti, conosciuto come Mago Franco a 5 anni e 4 mesi di carcere, per aver violentato e truffato dieci clienti, per circa sei anni. Il sedicente mago di Pavia, 62 anni, chiedeva «sacrifici fisici» alle sue clienti, «dai rapporti sessuali sino a molestie di ogni genere, compreso il taglio di ciocche di capelli».

RISARCIMENTI. Delle dieci vittime di truffa accertate dal giudice, solo alcune sono state vittime anche di violenze sessuali da parte del “mago Franco”: ad una di queste donne il giudice ha accordato un risarcimento per i danni di 10 mila euro, ad altre due donne, vittime solo di truffa, il giudice ha accordato una provvisionale di risarcimento da 3 mila euro a testa. Le altre vittime invece non si sono costituite parti civili nel processo, celebrato con rito abbreviato, che ha permesso la concessione a Uggetti di uno sconto di un terzo della pena. Dopo l’arresto dell’11 luglio scorso, il mago Franco si era difeso davanti al gip di Milano dicendo che «Io con la scusa di leggere le carte, ho infuso fiducia a queste persone». Una delle vittime, vittima di diversi lutti e malattie, era stata frodata per 1.950 euro in circa un anno di frequentazione del Mago Franco, dal 2010 al 2011.