Google+

Colpo di Stato fallito in Turchia. Almeno 90 morti, 1500 arresti

luglio 16, 2016 Redazione

Il presidente Erdogan ha sventato il golpe dei militari, ma ora è più debole

È stato sventato in Turchia un colpo di Stato in Turchia.  Ieri intorno alle 22 una parte consistente dell’esercito, almeno a giudicare dal modus operandi, ha occupati i centri nevralgici del paese, costringendo il presidente Recep Tayyip Erdogan alla fuga. Lo Stato maggior dell’esercito ha detto di aver preso il potere per ristabilire «l’ordine democratico, i diritti umani e la libertà», ma già intorno alle due si è capito che il golpe è fallito.

ALMENO 90 MORTI. In seguito al messaggio lanciato da Erdogan nella notte, centinaia di turchi sono scesi in piazza per opporsi ai militari. Il bilancio di una nottata di guerriglia e spari è di almeno 90 morti. Più di 1.500 persone, almeno la metà militari, sono state arrestate. Il capo delle Forze armate, Halusi Akar, è stato liberato nella mattinata di sabato dopo essere stato sequestrato dai militari ribelli in una base aerea alla periferia di Ankara.

ERDOGAN INDEBOLITO. Erdogan ha accusato del colpo di Stato il predicatore Fetullah Gulen, ideologo islamista radicale, suo ex alleato e adesso acerrimo avversario, al punto da trovarsi fin dal 1999 in esilio volontario negli Usa. Gulen dagli Stati Uniti ha respinto le accuse e condannato il golpe, che potrebbero essere stato innescato dal tentativo del presidente di riformare la Costituzione in senso presidenziale e accentrare forti poteri nelle sue mani. Per quanto Erdogan sia riuscito a sventare il colpo di Stato, ne esce sicuramente indebolito.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

10 Commenti

  1. felpa says:

    Il quadro internazionale avrebbe solo guadagnato dalla uscita di scena di Erdogan.

    • Filippo81 says:

      Infatti ,Felpa. era una buona occasione per liberarsi dell’islamista erdogan,ma la maggioranza del popolo turco e la nato hanno optato diversamente, contenti loro….

  2. Vale says:

    Peccato sia fallito, era l’occasione giusta per togliere di mezzo il sultano pseudo democratico islamista filo isis erdogan. Ci sarebbe stata più democrazia con i militari che con questo signore, tanto attento a restaurare la gloria ottomana che tanto danno ha causato al mondo. Stato: delusione

  3. Giovanni says:

    Questo colpo di stato finito in 4 ore sa tanto di colpo gobbo fatto da Erdogan per stanare i dissidenti e far cosi piazza pulita, non ha caso gli epurati sono stati più giudici che militari.

    • Filippo81 says:

      Adesso avrà il motivo per “riformare” la Costituzione in senso islamista !

    • felpa says:

      Non penso sia stato finto. Piuttosto, non ha avuto le forze necessarie, poiché gliele ha tolte Erdogan in partenza (polizia, marina…).

  4. BIASINI says:

    Strano golpe (pronunciato nelle TV Mediaset e per qualche ora “golp”), nel quale quale Erdogan annuncia sui social il ritorno a Istambul senza che nessun “ribelle” butti giù l’aereo o lo accolga, come d’uso, a fucilate. Intanto arresta tutti quelli che gli stanno sulle balle. A margine: la mattina del fattaccio di Nizza, la giornalista di Rai News, con manicone alla Morticia, si ostinava a tradurre Promenade des Anglais, con: Passeggiata degli Angeli. Un altro inviato pronunciava promenade all’inglese…promeneid. Mah!

    • felpa says:

      Si, il giornalismo italiano, Mediaset in particolare, non ha brillato neanche stavolta per acume e cultura. Tuttavia i morti sono troppi per un golpe finto.

  5. carla says:

    Strategia di Erdogan, Ora l’attenzione del mondo è di nuovo su di lui. Golpe sicuramente pilotato.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

Pronta al debutto al prossimo Salone di Parigi, la wagon del Leone getta il guanto di sfida alle rivali premium. Con un sacco di argomenti, a cominciare dal design

L'articolo Nuova Peugeot 508 SW, cambio di rotta proviene da RED Live.

Sostituisce la Serie 6 e diventa la M più potente mai prodotta. Trazione integrale, quattro ruote sterzanti, eleganza e opulenza. Per andare veloci in qualunque condizione

L'articolo BMW Serie 8 Coupé, a volte ritornano proviene da RED Live.

In programma dal 20 al 22 luglio al Misano World Circuit, il WDW (World Ducati Week) di quest’anno si preannuncia rovente: i piloti Ducati si sfideranno in sella alla Panigale V4 S.

L'articolo The Race of Champions: la sfida tra campioni al WDW 2018 proviene da RED Live.

Sapete che il 60% delle V7 III, al momento dell’acquisto, sono richieste con almeno un accessorio montato (con prenza per quelli di ispirazione Scrambler o Dark)? Di più: per la sola V7 esistono a catalogo 200 parti speciali – fra queste ci sono ben 8 selle – mentre, se consideriamo tutti i modelli Moto Guzzi, […]

L'articolo Prova Moto Guzzi V7 III Rough, Milano e Carbon proviene da RED Live.

SCS, ovvero come ti rivoluziono il concetto di frizione. Anche MV Agusta debutta nel segmento delle trasmissioni “evolute” e lo fa con un sistema leggero e versatile. Sarà questo il futuro del cambio?

L'articolo Prova Mv Agusta Turismo Veloce Lusso SCS <br> addio frizione proviene da RED Live.