Collegio della Guastalla

Collegio della Guastalla

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Poter costruire e poter educare è la caratteristica, per quanto ci riguarda, dell’uomo che voglia essere autenticamente libero. Parafrasando la grande scrittrice Flannery O’Connor potremmo affermare anche noi che per essere una scuola “Non basta dire di sì, bisogna fare di sì”. Libertà di fare che non ci siamo inventati noi dal nulla, visto che la nostra scuola è nata più di quattrocento anni fa dall’iniziativa di una donna del primo ‘500, la Contessa Ludovica Torello, signora di Guastalla. Erano gli anni dell’anarchia politica e istituzionale che seguì la fine del medioevo, preludio di quelli che Manzoni ben rappresenta. Erano tempi non propriamente ben educati. A tutto si pensava, tranne che alle scuole. Senz’altro aiuto che la propria passione per la costruzione di luoghi di resistenza umana, alla morte del marito, ministro di Cosimo de’ Medici, la Contessa Torello, allora solo ventiquattrenne, decise di vendere il suo feudo di Guastalla a Ferrante Gonzaga e di trasferirsi a Milano, dove fondò una scuola per l’educazione e la formazione cristiana dei giovani. La scuola c’è ancora, ed è oggi a Monza, in una splendida villa neoclassica con teatro e parco di 40.000 mq., in cui trovano spazio anche gli impianti sportivi, tra cui un palazzetto e numerosi campi polifunzionali. È col medesimo spirito di chi l’ha creata che, avvicendandosi ad altri importanti carismi educativi che l’hanno preceduta, è la Fonda-zione Opere Educative che oggi guida il Collegio della Guastalla. Il percorso scolastico del Collegio della Guastalla si articola secondo un itinerario educativo continuo e coerente, che parte tradizionalmente dalla SCUOLA MATERNA, per poi passare alle ELEMENTARI, alle MEDIE sino al LICEO SCIENTIFICO, che approfondisce il legame produttivo tra scienza e tradizione umanistica, dove le discipline sono strumenti di formazione permanente. Di recente è stato avviato un ASILO-GIOCO per i bambini di DUE ANNI (aperto nel 1999 e già con una classe completa). E a partire dal settembre 2000 si inaugura il LICEO TECNICO (per usare la denominazione che andrà a regime con la riforma dei cicli) che è stato costruito insieme all’Associa-zione degli Industriali di Monza e Brianza, che si assume la con-direzione della scuola, percorrendo un progetto che pensiamo unico nel suo genere in Italia. La collaborazione nasce tra un soggetto che raggruppa la realtà imprenditoriale e una scuola, dimostrazione del fatto che per superare la distanza col mondo del lavoro è necessario un coinvolgimento di chi sa cosa vuol dire la conduzione aziendale. Componenti decisivi del sistema educativo del Collegio della Guastalla sono l’attenzione alla crescita di tutti gli aspetti della persona, la cura del percorso culturale di ogni allievo, l’educazione al confronto con l’interezza dei fattori della realtà, la ricerca e la verifica di un’ipotesi certa per conoscere le cose e intraprendere in modo consapevole il percorso della vita. Siamo coscienti che si educa insegnando e si insegna educando, attraverso l’incontro aperto e libero tra un adulto che si propone come maestro e un giovane che è destinato a costruire la società del futuro.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •