Cina. Giovane coppia di Shanghai vende la figlia su internet e si compra l’iPhone

La coppia è stata incriminata per “traffico umano”. I genitori avrebbero guadagnato tra i 3.500 e i 6 mila euro, ma loro si difendono: «Volevamo darle un futuro migliore»

Una giovane coppia cinese di Shanghai è stata incriminata con l’accusa di “traffico umano” per aver venduto la figlia e usato parte del guadagno per comprarsi un iPhone Apple. La notizia, diffusa dal giornale Liberation Daily, spiega che la coppia ha usato un avviso su internet per trovare acquirenti.

LE PAROLE DEI GENITORI. I genitori hanno dichiarato alla polizia che volevano solo che la terza figlia potesse avere un futuro migliore, dal momento che loro sono poveri. «Non abbiamo dato via nostra figlia per avere un ritorno economico – sono le parole della coppia – ma per darle migliori prospettive».

VENDUTA PER MIGLIAIA DI EURO. La cifra ottenuta dalla coppia non è stata diffusa dalla polizia ma secondo i post online dei genitori dovrebbero avere ricevuto tra i 30 mila e i 50 mila yuan, cioè tra i 3.500 e i 6 mila euro. Secondo la polizia, la donna avrebbe comprato oltre al telefono cellulare anche articoli sportivi e altri prodotti.