Chiude Winamp, il regno dei file condivisi

Dal 1997 permetteva agli utenti di vedere filmati e ascoltare mp3. Ma poi sono arrivati troppi competitor migliori

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Winamp, addio. In principio ci fu solo questo come software per la riproduzione multimediale, come media player, sia per gli mp3 che per i filmati. Lo scrive lo stesso Winamp, dal cui sito era possibile scaricare il programma. “Grazie per aver supportato Winamp per 15 anni. Ma a partire dal prossimo 21 dicembre non sarà più effettuabile nessun download. È stato uno dei maggiori lettori di file multimediali, quello con più successo, ma dopo l’avvento di alcuni fortissimi competitor, come Youtube o Spotifu, nulla è più stato lo stesso.

DAL 1997 A OGGI. Chi sta già utilizzando il programma sul proprio pc potrà continuare a farlo, ma non ci sarà nessun nuovo utente. Winamp era stato lanciato nel 1997, ma la prima crisi si ebbe con l’arrivo delle piattaforme illegali per condividere i file. Di programmi con le stesse funzioni ad oggi ne esistono tantissimi, anche migliori e più veloci. Inoltre molti danno anche la colpa a una cattiva gestione da parte di Aol, società in collaborazione con Yahoo. Tutto questo insieme di cause hanno fatto sì che un pezzo dell’informatica anni Novanta se ne sia andato.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •