Il Milan ha un sogno sulla trequarti: Javier Pastore

Ieri la telefonata di Galliani a Leonardo e Ancelotti: El Flaco piace ai rossoneri e sarebbe perfetto per il 4-3-1-2 voluto da Berlusconi. Unico ostacolo, il prezzo alto.

Milan, caccia aperta al trequartista. Perché il 4-3-1-2 è molto più di una proposta berlusconiana, ma un vero schema su cui provare a costruire la squadra del futuro. Balla ancora il discorso legato alle punte, col possibile scambio tra El Shaarawy e Tevez, ma ancor più ballerino è il capitolo legato a chi mettere dietro agli attaccanti. Perché Riccardo Saponara è un ottimo acquisto, ma ancora giovane, e quindi serve trovare qualcuno da metterli a fianco subito.

LE TELEFONATE. Diamanti è sempre un nome valido e ci sarà da vincere la concorrenza della Juventus, ma a far brillare gli occhi ad Adriano Galliani ora è Javier Pastore, centrocampista offensivo del Psg. Ieri l’ad milanista ha ricevuto una telefonata proprio da Leonardo, ds del club parigino, dopodiché avrebbe lui stesso chiamato Carlo Ancelotti: non è chiaro cosa si siano detti, l’ex-allenatore di Juve e Milan compiva gli anni quindi si saranno fatti anche gli auguri, ma ciò che appare probabile è che oggetto delle loro conversazioni sia stato proprio El Flaco, che già a gennaio era vicino ad arrivare a Milanello in prestito.

COSTA CARO. L’unico vero ostacolo può essere il prezzo. Alto, altissimo come ogni operazione marchiata Psg: due estati fa l’argentino arrivò dal Palermo per ben 43 milioni di euro, cifra da cui il Milan evidentemente non potrà staccarsi troppo con una eventuale offerta. Due sono quindi gli scenari possibili: o tentare il prestito con diritto di riscatto, oppure cercare di fare cassa cedendo alcuni dei nomi più blasonati messi tra i partenti, Robinho e Boateng su tutti.

Seguici su Tempi Sport