Milan, El Shaarawy non andrà al City. Ma potrebbe ricevere nuove offerte

Con l’arrivo di Pellegrini a Manchester i Citizens si butterebbero su Isco e lascerebbero libero il Faraone. Ma se al Milan arrivassero ricche proposte l’italo-egiziano potrebbe lasciare.

No ad El Shaarawy, tutto su Isco. Questa sembra essere la politica di mercato che il Manchester City intende seguire in questa sessione estiva, la prima targata Manuel Pellegrini. Il manager cileno è appena arrivato in Inghilterra a risollevare i Citizens dopo l’ultima stagione di Mancini, e vuole scommettere forte sul centrocampista spagnolo del Malaga, esploso nell’ultima stagione proprio sotto i suoi occhi. Nove reti in 37 presenze hanno fatto di lui uno degli uomini più richiesti di questa estate, per il 21enne c’è pure un’offerta dal Real Madrid ma, per quanto il ragazzo abbia precisato che l’arrivo di Pellegrini al City non sia un fattore cruciale a spingerlo verso la Premier, il club britannico rimane il più favorito per lui.

L’AFFARE TEVEZ. Nulla quindi pare doversi muovere per El Shaarawy, che negli scorsi giorni si diceva potesse volare all’Etihad Stadium in una maxi trattativa di mercato che avrebbe portato nelle casse rossonere diversi soldi più il tanto atteso Carlitos Tevez. Eppure, come spiega La Gazzetta dello Sport oggi, le possibilità che il Faraone possa lasciare il Milan rimangono ancora aperte. Formalmente non è stato messo in vendita (ma non lo era neppure prima), semplicemente qualora dovessero arrivare offerte valide Galliani potrebbe prendere in considerazione l’idea di vendere il ragazzo, fare cassa e avere soldi validi da investire in nuove operazioni. L’attaccante italo-egiziano è valutato addirittura 40 milioni di euro, cifra astronomica ma non irraggiungibile per i portafogli, ad esempio del Psg, uno dei pochi club che potrebbe permettersi in questo momento una simile operazione. I transalpini ora però sono bloccati ancora dalla scelta dell’allenatore (Ancelotti resta?) e prima vorrebbero provare comunque un assalto a Rooney. C’è anche una possibilità che El Shaarawy rimanga in Italia: arcinoto è la simpatia del Napoli per lui, ma prima i Partenopei devono cedere Cavani.

Seguici su Tempi Sport