Guarin, i 20 milioni del Tottenham fanno vacillare l’Inter

Alla Pinetina tiene banco il futuro del colombiano: lui vuole restare e Moratti vorrebbe tenerlo. Ma i soldi offerti dagli Spurs (e il ritorno con Villas Boas) potrebbero rompere l’idillio.

Guarin sì, Guarin no. Inter, il dilemma sul giocatore del colombiano è un dubbio fastidioso che s’insinua tra le voci di questo calciomercato ancora agli albori. Perché lui vuole restare, Moratti lo vuole tenere, Mazzarri deve avere apprezzato le parole che Fredy ha speso qualche giorni fa nei confronti della nuova Inter. Ma sul tavolo c’è anche un’offerta che arriva da Londra, sponda Tottenham, dove il giocatore sarebbe richiesto dal suo ex-tecnico André Villas-Boas, pronto a staccare un assegno da 2o milioni per lui.

«NORMALE CHE SIA RICHIESTO». E sono tanti per un club come l’Inter di adesso. Farebbero gola a qualsiasi presidente, anche ad un Moratti che al momento pare tutt’altro che intenzionato a cedere il colombiano, pur avendo chiaro che il suo valore attrae l’interesse di tanti grandi club: «È un giocatore di tali qualità che è normale sia pure uno dei più richiesti sul mercato». Chissà se la sua posizione reggerà, oppure non sia destinata a vacillare: inutile ribadire quanto possano tornare utile quei soldi ora alle casse nerazzurre, prossime ad aprirsi per dedicare facce nuove a Walter Mazzarri, a partire dall’ormai ex romanista Osvaldo.

TORNEREBBE DA VILLAS-BOAS. E Guarin? Lui non vuole lasciare l’Inter: «Non me ne andrò, voglio restare all’Inter. Ho ancora molto da imparare e sono arrivato all’Inter soltanto un anno fa. È un grande club ed una grande squadra. Sto giocando a Milano con l’intenzione di fare la storia», diceva due giorni fa a Futbol Total. Difficile che sia quindi lui a spingere per una cessione, ma qualora la società accettasse l’offerta del Tottenham allora potrebbe sentirsi in discussione, e il suo sì incondizionato potrebbe cambiare. E la possibilità di tornare con Villas Boas, tecnico che lo ha consacrato al Porto, potrebbe invogliarlo a prendere un volo per Londra.

Seguici su Tempi Sport