Ancora in pellegrinaggio trent’anni dopo

Amicone riedita “Sulle tracce di Cristo”, il libro del pellegrinaggio di Giussani in Terra Santa. Due incontri di presentazione a Milano e Roma

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

libro-amicone-milanoNel settembre 1986 don Luigi Giussani, fondatore di Comunione e Liberazione scomparso nel febbraio 2005, compie il suo primo e unico pellegrinaggio in Terra Santa. Ad accompagnarlo, tra gli altri, c’è Luigi Amicone, giornalista che, a partire dal 1995, fonda e dirige il settimanale Tempi. Di quel pellegrinaggio Amicone ha scritto un diario di viaggio, edito da Rizzoli. Da Nazaret a Gerusalemme, attraversando Israele e la Palestina Sulle tracce di Cristo (questo è il titolo del volume), Amicone registra l’impatto e le riflessioni che i luoghi e la vita di Gesù suggeriscono al carisma e alla fede di don Giussani.

In occasione del Natale 2016, essendo il libro fuori catalogo ormai da molti anni, Amicone ha deciso di rieditarlo, stampandolo in proprio, in edizione speciale per il trentennale. Fatto più unico che raro per un testo incentrato sulla rivelazione cristiana e sulla sua pretesa verità, questa edizione speciale si avvale dell’introduzione del presidente del Tribunale rabbinico del Centro-Nord Italia Giusppe Laras e di una postilla della studiosa ebrea Manuela Cantoni Camerini. Oltre a questi due eccezionali contributi la nuova edizione natalizia contiene anche uno scritto di Alfredo Mantovano, magistrato e presidente della sezione italiana di “Aiuto alla chiesa che soffre”, alla quale l’autore ha deciso di devolvere il 30 per cento dei proventi a sostegno dei cristiani perseguitati.

Il libro sarà presentato a Milano il 15 dicembre, al teatro Rosetum, ore 21.00 (con Alfredo Mantovano e Vittorio Robiati Bendaud), e a Roma, nella sala stampa di Montecitorio, il 22 dicembre alle 14.30 (con Antonio Palmieri, Costanza Miriano, Alfredo Mantovano e Vittorio Robiati Bendaud).

Oltre che agli incontri di presentazione, sarà possibile acquistare il libro solo in modalità crowfunding, ordinando copie sulla piattaforma “Produzioni dal basso” (www.produzionidalbasso.com).

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •