Ambrosoli lusinga Carron per avere i voti dei ciellini (ma non erano cattolici integralisti?)

Il candidato del Pd in Lombardia risponde alla domanda se Cl voterà per lui: «Non sta a me dirlo. Come ho già dichiarato guardo con interesse alle parole di Carron quando parla di “rigenerazione”»

Umberto Ambrosoli, candidato alla presidenza di Regione Lombardia per il Pd, a margine di un incontro con l’Ance (Associazione nazionale costruttori edili) a Milano ha detto: «Penso che all’interno di Comunione e liberazione ci sia una grande delusione per come certi valori siano stati traditi dall’azione di governo in Regione Lombardia». Poi ha proseguito: «Ognuno farà le sue scelte in autonomie, non ho ragioni per credere che questo elettorato possa votare per me piuttosto che per un altro candidato».

Ambrosoli ha poi risposto su twitter a una domanda di Gianluigi Nuzzi (autore di Vaticano SpaSua Santità – le carte segrete di Benedetto XVI, il libro all’origine di Vatileaks) che gli chiedeva se «è vero che Comunione e Liberazione appoggia la sua candidatura?». Risposta di Ambrosoli: «Non sta a me dirlo. Come ho già dichiarato guardo con interesse alle parole di Carron quando parla di “rigenerazione” – UA».