Google+

Tokyo, pubblicità 2.0: con un tatuaggio sulla gamba si sponsorizza a vita un’azienda

febbraio 22, 2013 Paola D'Antuono

L’idea bizzarra è venuta a un’agenzia che recluta ragazze disposte a farsi tatuare il logo di un’azienda. Dopo la condivisione di una foto sui social network partono i pagamenti. Ma a volte i risvolti sono imprevedibili

Cosa non si fa per guadagnare. C’è chi si fa tatuare sul corpo il logo di un marchio di abbigliamento per usufruire di uno sconto del venti per cento a vita su magliette e jeans e chi, magari dall’altra parte del mondo, fa anche peggio.

TOKYO. Da un po’ di tempo a questa parte a Tokyo si vedono in giro ragazze sorridenti e dalle gonne cortissime che sfoggiano sulle gambe tatuaggi un po’ particolari. Non ci sono tribali né scritte indecifrabili, ma enormi loghi di aziende che hanno deciso di investire i loro soldi in pubblicità viventi e permanenti. Nella capitale giapponese da quattordici milioni di abitanti un’agenzia pubblicitaria, la Absolute Territory PR, propone un lavoro molto particolare: se sei una ragazza dall’aspetto gradevole e hai almeno venti amici su ogni social network, allora sei la persona giusta per farti tatuare il logo di un’azienda e guadagnare ogni volta che lo esibisci. Il compenso, di cui non si conoscono le cifre, viene erogato dopo che la ragazza ha condiviso la foto del suo tatuaggio sui social network.

AZIENDE. A giudicare dal numero di foto che circolano in rete la bizzarra iniziativa sta avendo successo. L’agenzia di pubbliche relazioni ha fatto sapere ai media che sono più di mille attualmente le ragazze che hanno accettato di tatuarsi in maniera permanente un logo, mentre continuano ad aumentare le richieste delle aziende che ricorrono all’innovativa strategia pubblicitaria. Ma la controindicazione c’è e la racconta Tamargo, una delle promoter: «Quando racconto alla gente la storia di uno dei miei tatuaggi reagiscono entusiaste e corrono a cercare il sito web. Però spesso l’indirizzo risulta inesistente». Già perché nel frattempo molte delle aziende tatuate sulle gambe delle ragazze sono state costrette a chiudere i battenti. La loro memoria però rimane sotto forma di tatuaggio indelebile, ma non la definiremmo una bella notizia.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana